News Notizie Notizie Mondo S&P declassa Credit Suisse Group, Moody’s taglia alcuni rating

S&P declassa Credit Suisse Group, Moody’s taglia alcuni rating

La scure del rating si abbatte sul Credit Suisse. S&P Global Ratings ha abbassato il rating a lungo termine di Credit Suisse Group di un notch, portandolo a BBB-, e ha tagliato la sua view sulla principale unità operativa Credit Suisse AG e su altre filiali core a A-/A-2 da A/A-1.

In una nota del 1° novembre, S&P ha citato i rischi di esecuzione e di franchising del piano di ristrutturazione della banca svizzera annunciato la scorsa settimana, che prevede la raccolta di nuovi capitali, il taglio di migliaia di posti di lavoro e lo spostamento della sua attenzione dall’investment banking alla gestione patrimoniale. Separatamente, anche Moody’s ha abbassato alcuni dei suoi rating per Credit Suisse AG in seguito alla revisione della strategia della banca, ma ha mantenuto invariato il suo rating per il gruppo nel suo complesso.

L’agenzia ha declassato il debito senior non garantito del Credit Suisse AG da A2 ad A3, mentre ha mantenuto il rating del debito senior non garantito del Credit Suisse Group a Baa2. L’outlook su questi rating rimane negativo a causa dell’indebolimento della posizione di liquidità della banca svizzera, delle pressioni negative associate ai tempi di ritorno alla redditività della banca e dei rischi associati al piano di ristrutturazione, ha dichiarato Moody’s. Infine DBRS Morningstar ha abbassato il rating a lungo termine di Credit Suisse AG ad “A (low)” e il rating a lungo termine di Credit Suisse Group a BBB (high).