Notizie Notizie Italia Oil&gas: aumentano le trivellazioni in Nord America ma petrolio e titoli al rialzo

Oil&gas: aumentano le trivellazioni in Nord America ma petrolio e titoli al rialzo

Si mantengono sui massimi le quotazioni del petrolio. Il future Brent scambia sostanzialmente invariato a 69,85 dollari (-0,03%), così come quello WTI a 64,38 dollari (+0,12%). Questo nonostante il dato Baker Hughes abbia fatto registrare un incremento settimanale del numero di pozzi petroliferi attivi.

La società di servizi petroliferi Baker Hughes ha infatti pubblicato venerdì sera l’aggiornamento settimanale sul numero dei rigs in funzione.

Questo evidenzia un aumento nel numero di impianti di trivellazione in Nord America (+33) a 1.098 rigs. Negli Stati Uniti questo è cresciuto di 15 unità a 939 pozzi. In particolare negli USA, crescono le trivellazioni oil di 10 unità, e quelle di gas di 5 unità. Salgono quelle on-shore (+13), sostanzialmente stabili quelle off-shore (+2). Crescono livemente le trivellazioni direzionali (+8) e di 7 quelle orizzontali.

In Canada aumenta vistosamente il numero di pozzi di trivellazione, mentre è sostanzialmente stabile in Messico (+2).

A livello mensile invece, a dicembre, il Canada registra una sostanziale stabilità a 205 unità, rispetto al mese di novembre. Gli USA mostrano un incremento (+19). Stabili i pozzi attivi in Europa a 87 unità nello stesso periodo, mentre il Sud America vede un incremento a 195 unità. 

Commento

Nonostante l’incremento sostanziale del numero di trivellazioni, le quotaizoni del petrolio si mantengono sui massimi. Questo anche perché l’attività in Nord America rimane al di sotto dei livelli registrati ai primi di dicembre. Ricordiamo infatti che ciclicamente a fine anno le attività rallentano in modo importante.

A sostenere poi le quotazioni del greggio soprattutto il dato sulle scorte USA che continua a mostrare cali sostenziali e la settimana scorsa l’EIA ha evidenziato un calo di 5,5 milioni di barili complessivamente, oltre che un calo della produzione di 290 mila barili al giorno. Normale dunque che un dato di incremento delle trivellazioni non abbia scalfito l’andamento del greggio.

Anche i titoli del settore oggi aprono al rialzo in scia allo scenario positivo per il petrolio. Eni cresce dello 0,3% a 14,76 euro. Saipem dello 0,5% a 4,07 euro. Tenaris sale del 1,06% a 14,35 euro.