Notizie Notizie Italia Atlantia: nuovi acquirenti per Abertis?

Atlantia: nuovi acquirenti per Abertis?

Oltre all’italiana Atlantia potrebbero farsi avanti anche nuovi acquirenti per la spagnola Abertis. Secondo quanto rivelato dal quotidiano iberico “El Economista“, il fondo Infrastructure di JP Morgan e la spagnola Globalvia potrebbero unire le forze e dare vita a una cordata per mettere sul tavolo una nuova offerta per il 100% di Abertis. In scia a queste indiscrezioni sulla Borsa di Madrid il titolo Abertis guadagna terreno e in questo momento guadagna quasi il 2% a 16,51 euro, mentre a Piazza Affari l’azione Atlantia è fiacca, mostrando una flessione di circa lo 0,4 per cento.

Stando alle fonti citate da “El Economista”, l’operazione è ancora in una fase iniziale e non ci sono molti dettagli, ma la concessionaria spagnola sembra avere ricevuto con interesse la proposta arrivata dal fondo americano. Se l’affaire prendesse realmente forma, JP Morgan e Globalvia entrerebbero così in competizione con l’offerta presentata a maggio dall’italiana Atlantia. 
La presenza di Globalvia nell’operazione potrebbe spianare la strada con il governo spagnolo, che ha mostrato una certa riluttanza nei confronti dell’offerta di Atlantia. Nel giro di dieci anni le parti si sono invertite per Atlantia e Abertis, con il gruppo italiano che da preda è diventato predatore. Nel maggio del 2006 l’allora Autostrade aveva ricevuto un’offerta di acquisto da parte di Abertis. Ma l’operazione era stata bloccata dal governo. Ma Abertis fa gola a molti: El Economista scrive che il fondo di JP Morgan non sarebbe tuttavia l’unico a valutare il lancio di un’offerta per Abertis.

E sul fronte Abertis nei giorni scorsi Atlantia ha incassato il via libera da parte della Consob spagnola a presentare la domanda per l’Opas e ha annunciato di avere convocato per il prossimo 2 agosto l’assemblea straordinaria e ordinaria sull’Opas Abertis. In particolare, i soci sono chiamati a deliberare in parte straordinaria in merito alla proposta di aumento del capitale sociale a pagamento, con esclusione del diritto di opzione, da liberarsi mediante conferimento in natura di azioni Abertis Infraestructuras e con emissione di azioni speciali, a servizio dell’offerta pubblica di acquisto e/o scambio, volontaria e totalitaria su Abertis Infraestructuras.

L’offerta targata Atlantia è arrivata a metà maggio: la società italiana ha lanciato un’offerta pubblica di acquisto e scambio da 16,3 miliardi di euro per il 100% del capitale della società spagnola. L’obiettivo è dare vita al nuovo big mondiale nella gestione delle infrastrutture di trasporto.