News Notizie Notizie Italia Campari punta sempre più sul bourbon, acquisisce quota iniziale 70% in Wilderness Trail Distillery

Campari punta sempre più sul bourbon, acquisisce quota iniziale 70% in Wilderness Trail Distillery

Campari ha annunciato di avere concluso un accordo per acquisire una quota iniziale del 70%, e nel 2031 la restante quota del 30%, del capitale di Wilderness Trail Distillery, LLC (‘Target’). E’ quanto si legge nel comunicato diramato stamattina dalla società.

“Wilderness Trail Distillery, situata a Danville, Kentucky, Stati Uniti, è stata fondata nel 2012 come distilleria artigianale premium con l’obiettivo di produrre bourbon e rye whiskey di altissima qualità. Facendo leva su un’infrastruttura operativa avanzata e versatile, nel 2018 i fondatori hanno lanciato due espressioni proprietarie premium Wilderness Trail:

Wilderness Trail Bourbon e Wilderness Trail Rye Whiskey. La gamma di prodotti è stata elevata ulteriormente con

l’introduzione di una linea d’alta gamma di bourbon silver label invecchiato sei e otto anni per un gusto più intenso e maturo. Il prezzo medio di vendita va da USD55 per Wilderness Trail Bourbon, per la bottiglia da 75cl, a USD75 e oltre per le espressioni di bourbon invecchiate sei e otto anni”.

Campari continua, precisando nella nota che “i fondatori nonché attuali azionisti, Shane Baker e Pat Heist, sono esperti di fermentazione con oltre 20 anni di esperienza

nella produzione di whiskey, da sempre riconosciuti come innovatori in progettazione, ricerca e sviluppo e nelle attività di fermentazione e distillazione. Il processo esclusivo di ammostamento per infusione della distilleria e la tecnica sweet mash consentono una produzione altamente versatile grazie alla molteplicità di cereali e ceppi di lievito utilizzati, e creano bourbon e rye whiskey dal sapore unico”.

Così ha commentato l’accordo Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer di Campari Group:

“Siamo molto entusiasti di acquisire una partecipazione di maggioranza nella prestigiosa distilleria Wilderness Trail Distillery. Integrando il marchio Wilderness Trail, super premium e in forte crescita, espandiamo e rendiamo ancora più premium il nostro portafoglio di bourbon, che si prepara a diventare il secondo maggiore asse di sviluppo di Campari Group dopo gli aperitivi. Inoltre, acceleriamo il nostro percorso di premiumisation, rafforzando ulteriormente il portafoglio RARE, la nostra divisione volta ad accelerare

la crescita e a sfruttare il potenziale di una gamma selezionata di marchi ed espressioni super e ultra-premium nei nostri principali mercati. Inoltre, abbiamo l’opportunità di aumentare notevolmente la nostra capacità produttiva e il nostro magazzino in invecchiamento per soddisfare la crescita futura dei nostri bourbon premium, tra cui la gamma ad alto

potenziale Whiskey Barons, attualmente limitata da vincoli di capacità. Siamo veramente entusiasti di collaborare con un

team così qualificato di esperti di fermentazione e distillazione, che ci consentirà di accelerare ed espandere

significativamente la piattaforma di innovazione per il nostro portafoglio di bourbon”.

Così Shane Baker e Pat Heist, Co-Fondatori di Wilderness Trail Distillery:

“Siamo entusiasti della nostra collaborazione con Campari Group. Il bourbon e rye whiskey premium e gli impianti produttivi all’avanguardia, associati a una rete di distribuzione globale, a marketing di prima classe e a competenze in molteplici categorie di spirit pongono le fondamenta ideali per il continuo successo di Wilderness Trail, e assicurano che il brand venga apprezzato in tutto il mondo negli anni a venire. Questa è una combinazione vincente per entrambe le parti e siamo molto orgogliosi di questa partnership e di ciò che possiamo realizzare insieme con la nostra visione comune”.

Campari ha reso noto che, “er l’anno fiscale conclusosi il 31 dicembre 2021, la società acquisita ha generato vendite nette complessive di USD40,8 milioni. Ciò comprende vendite nette del marchio di bourbon e rye whiskey Wilderness Trail di USD7,2 milioni, mentre il resto è stato generato dalla vendita di liquido bourbon sfuso, dai ricavi del servizio di stoccaggio e del visitor center. Per lo stesso periodo è stato generato un EBITDA di USD22,7 milioni in base ai principi contabili locali.Per l’anno fiscale che termina il 31 dicembre 2022, si prevede che la società acquisita raggiunga vendite complessive di circa USD57 milioni, in aumento di circa 39% rispetto all’esercizio precedente, con un peso crescente del business ad alta marginalità generato dalla vendita del marchio di bourbon e rye whiskey Wilderness Trail rispetto al liquido sfuso, e un EBITDA di circa USD37 milioni in base ai principi contabili locali, in aumento di circa 64% rispetto all’esercizio precedente”.

“Il corrispettivo ammonta a USD420 milioni (o €420 milioni) per l’iniziale 70% del capitale. Il corrispondente enterprise valueper il 100% del capitale è pari a USD600 milioni (o €600 milioni), in assenza di cassa o debito finanziario, equivalente a un multiplo di circa 16 volte l’EBITDA previsto per il 2022. Campari Group acquisirà il restante 30% del capitale attraverso un’opzione call/put esercitabile nel 2031 a un enterprise value determinato applicando il suddetto multiplo all’EBITDA più alto tra quello del 2030 e la media del 2028-2030. Al 30 settembre 2022 il valore contabile del magazzino era pari a USD24,0 milioni, composto esclusivamente da bourbon e rye whiskey Wilderness Trail (il liquido sfuso è venduto come nuovo e, pertanto, non viene costituito magazzino per questa linea di business).Il prezzo di acquisto da pagare al closing sarà finanziato utilizzando una combinazione di liquidità disponibile e prestiti bancari

a termine”.

“A seguito dell’acquisizione – sottolinea Campari – il multiplo di debito finanziario netto rispetto all’EBITDA rettificato su base mobile pro forma di Campari Group è destinato ad aumentare dall’attuale 1,5 volte a 2,3 volte alla chiusura della transazione.La transazione, soggetta alle consuete condizioni di chiusura, dovrebbe concludersi entro la fine del 2022. Fino al perfezionamento, ogni società continuerà a operare in modo indipendente”.

Si rende noto nel comunicato che “William Blair&Company ha agito in qualità di consulente finanziario esclusivo dei venditori e Benesch, Friedlander, Coplan and Aronoff LLP ha agito in qualità di loro consulente legale. McDermott Will&Emery LLP ha agito in qualità di consulente legale e fiscale di Campari Group”.