Notizie Notizie Italia Telecom Italia scatta dopo parole Calenda su scorporo rete, piace anche il piano esuberi

Telecom Italia scatta dopo parole Calenda su scorporo rete, piace anche il piano esuberi

Scatto a Piazza Affari per Telecom Italia sotto la spinta delle indiscrezioni sul piano esuberi e poi le parole del ministro Calenda sullo scorporo della rete. Il ministro dello Sviluppo economico ha riferito di discussioni in corso per definire il perimetro della rete, rimarcando come secondo lui ci dovrebbero essere due entità legalmente separate e quotate sul mercato. Torna quindi calda l’ipotesi di uno scorporo della rete con successiva quotazione, che però i vertici di Telecom Italia non sembrano ritenere conveniente.

Il titolo Telecom Italia segna un progresso di oltre il 2% a 0,75 euro dopo essere scattato fino a 0,769 euro dopo le parole di Calenda.

Sul capitolo esuberi, le ultime indiscrezioni vedono in fase di definizione il piano di esuberi della maggiore tlc italiana. Secondo quanto riportato da Il Messaggero il piano consentirebbe risparmi per 400 milioni di euro annui. Il piano che verrà presentato ai sindacati prevedrebbe circa 5.000 esuberi e 2.000 assunzioni di giovani, con quindi un impatto netto di circa 3.000 persone nel triennio. “Si tratterebbe di una conferma del trend del periodo 2015-2017 (personale domestico calato da 53K a 50K unità)”, rimarca Equita Sim.

La riduzione dei posti di lavoro di 3.000 unità rappresenta circa il 6% dell’attuale base di dipendenti; secondo Banca Akros l’impatto lordo rappresenta l’1,8% dell’ebitda del gruppo previsto per quest’anno, pari a 157 milioni di euro circa.

Il prossimo piano industriale triennale di Telecom Italia verrà presentato il prossimo 6 marzo.