Notizie Notizie Mondo Stress test Fed: big bank Usa superano anche il secondo turno. Fioccano annunci su dividendi e buyback dopo esiti

Stress test Fed: big bank Usa superano anche il secondo turno. Fioccano annunci su dividendi e buyback dopo esiti

Le grandi banche americane hanno superato anche il secondo turno degli stress test della Federal Reserve (Fed), con le big bank Usa che vanno verso la maggiore distribuzione di dividendi in quasi dieci anni. Ad annunciare i risultati del secondo round (dopo il primo turno dello scorso 22 giugno) a mercati chiusi è stata la banca centrale americana. Si tratta del capitolo Comprehensive Capital Analysis and Review (CCAR), con la Fed ha valutato i programmi delle banche in termini di operazioni di buyback o politica di dividendi.

Tutti i 34 grandi gruppi finanziari presi in considerazione hanno superato il secondo turno di test. Discorso a parte per Capital One Financial Corporation: quest’ultima non ha di fatto ricevuto alcuna obiezione da parte della Fed ma avrà sei mesi di tempo, entro fine anno dunque, per affrontare “le debolezze identificate nel processo di pianificazione dei capitali”.
Rispetto al 2009, anno in cui sono stati condotti i primi stress test da parte della Fed, la situazione è decisamente migliorata per gli istituti di credito Usa in termini di capitale. In particolare, il common equity capital ratio delle 34 società comprese nell’analisi CCAR 2017 è più che raddoppiato, passando dal 5,5% dei primi tre mesi del 2009 al 12,5% del 2017.
“Sono contento che il processo CCAR abbia motivato tutte le banche più grandi a raggiungere livelli di capitale sani e soprattutto a migliorare in maniera sostanziale i processi di pianificazione del capitale “, ha dichiarato il governatore Jerome H. Powell.

Fioccano gli annunci dopo gli esiti degli stress test
Non appena arrivata la comunicazione ufficiale da parte della Fed sugli esiti degli stress test, sono scattati gli annunci da parte delle banche a stelle e strisce. Tra cui Jp Morgan il cui consiglio di amministrazione intende aumentare il dividendo trimestrale del 12% e portare il piano di buyback a 19,4 miliardi di dollari nei prossimi dodici mesi. Citigroup punta a raddoppiare la cedola e portare a 15,6 miliardi il piano di riacquisto di azioni proprie, mentre Bank of America aumenta il dividendo del 60% e lancia un programma buyback da oltre 12 miliardi. Aumento della cedola trimestrale anche per Wells Fargo (un rialzo del 36%) e un piano di buyback da 2,7 miliardi di dollari. Da Goldman Sachs non è arrivato nessun annuncio.

Ecco nel dettaglio la tabella riassuntiva di Bloomberg in termini di dividendi

Dividendi banche Usa