Notizie Notizie Italia Saipem: titolo in lieve flessione su sconfitta lodo arbitrale

Saipem: titolo in lieve flessione su sconfitta lodo arbitrale

Saipem ha perso il lodo arbitrale LPG con Sonatrach e dovrebbe pagare 135 milioni di Usd (circa 113,9 milioni di euro).

 

Lo ha diffuso in una nota la oil services italiana la quale ha reso noto che l’ICC International Court of Arbitration ha comunicato la decisione del collegio arbitrale nel contenzioso in essere dal marzo 2014 tra Saipem da una parte e Sonatrach dall’altra.

 

Il contenzioso era relativo alla costruzione dell’impianto algerino Extraction des liquides des gaz associés Hassi Messaoud et séparation d’huile LDHP ZCINA. Gli arbitri hanno accolto le richieste di Sonatrach a titolo di indennizzo per perdita di produzione dell’importo complessivo, comprensivo di interessi, di circa 135 milioni di USD (circa 113,9 milioni di euro). Saipem esaminerà le motivazioni del lodo e si riserva ogni azione al riguardo.

 

La decisione del collegio arbitrale di accogliere la domanda di Sonatrach, determinerà, salvo esito positivo delle azioni che Saipem si riserva di intraprendere al riguardo, la rilevazione nel bilancio 2017 di oneri di pari importo, non previsti nella guidance economica.

 

Commento fondamentale

 

Notizia non positiva per il titolo. Nell’ipotesi che la decisione del collegio arbitrale dovesse trovare esecuzione effettiva, Saipem registrerebbe una riduzione di circa 80 milioni sull’utile reported, e un impatto teorico circa del 2% sulla Market Cap. L’utile adjusted riportato in guidance 2017 invece non dovrebbe subire modifiche.

 

Commento tecnico

 

Il titolo dopo un’apertura in rosso, anche in scia al listino principale che cede lo 0,2%, ha parzialmente recuperato e si è riportato in parità, aiutato probabilmente dal buon andamento del settore e dei competitors in queste ultime sedute. Anche oggi, per esempio, la principale competitors TechnipFMC cresce infatti del 1,7 per cento.

 

I prezzi della oil service italiana, dopo una fase di debolezza tra il 7 ottobre e il 15 dicembre, ha avvitato un forte impulso rialzista che in 4 sedute gli ha permesso un guadagno cumulato di oltre 11 punti percentuali. I corsi ora si sono attestati in prossimità della resistenza statica dei 3,678 euro e soprattutto della ex trend line rialzista di medio periodo, descritta dai minimi del 30 agosto e 23 ottobre. Il consolidamento sopra tale supporto dinamico potrebbe vedere Saipem tornare a 4 euro. Se invece non dovesse tenere i primi supporti sono a 3,498 e 3,298 euro.