Notizie Notizie Italia Italia: nuovo minimo storico nell’asta di BOT. Fermo il rating di Moody’s

Italia: nuovo minimo storico nell’asta di BOT. Fermo il rating di Moody’s

Nuovo minimo storico per il rendimento dei BOT a un anno. Questa mattina il Ministero dell’Economia ha assegnato 6,5 miliardi di Buoni Ordinari del Tesoro con scadenza 14 giugno 2018 al -0,351%, contro il -0,304% precedente. Si tratta del nuovo minimo storico. Buona la domanda, attestatasi a 10,29 miliardi di euro, pari a un rapporto di 1,58 volte.

Mercoledì scadranno titoli di pari scadenza per un importo equivalente. Domani sarà invece la volta dell’offerta di Buoni del Tesoro Poliennali fino a 5,5 miliardi: saranno messi sul mercato BTP a 3 anni per 2-2,5 miliardi e titoli a 7 anni per 2,5-3 miliardi di euro.

Sul secondario, il rendimento del decennale italiano è sceso fino al 2,01% (e gli analisti iniziano a scommettere su una discesa sotto la soglia del 2%) portando lo spread con il corrispondente tedesco fino a 174,6 punti base, circa 17 punti percentuali in meno rispetto a due mesi fa.

L’allentamento delle tensioni politiche, confermato dalle elezioni comunali di ieri, le rassicurazioni arrivate da Mario Draghi, che ha paventato la possibilità di aumentare l’entità o la durata del piano di acquisto asset, e la mancata azione di Moody’s sul rating italiano dietro il nuovo minimo storico.

Atteso venerdì scorso dopo la chiusura di Wall Street, il verdetto dell’agenzia di rating non è arrivato nonostante l’outlook negativo (rating “Baa2”). Ridotte le prospettive a causa del risultato del referendum dello scorso dicembre, l’agenzia deve aver valutato l’attuale contesto politico, in cui le forze anti-euro sembrerebbero vivere una fase di stallo e l’ipotesi di elezioni anticipate ha ormai perso quota, coerente con l’attuale merito di credito.