Notizie Indici e quotazioni Erg: titolo in controtendenza a Piazza Affari (+1,8%) dopo conti. Sale utile trimestrale, confermate stime 2017

Erg: titolo in controtendenza a Piazza Affari (+1,8%) dopo conti. Sale utile trimestrale, confermate stime 2017

Erg viaggia in controtendenza a Piazza Affari, dove mostra un guadagno di quasi il 2% nel giorno in cui ha pubblicato i risultati finanziari per il secondo trimestre e il primo semestre dell’anno e ha confermato le stime per l’intero 2017

Per la società ligure il secondo trimestre del 2017 è stato archiviato con un utile netto ricorrente che è balzato del 59% a 27 milioni di euro contro i 17 milioni registrati nell’analogo periodo nel 2016. Il margine operativo lordo recurring è invece sceso del 3% a 107 milioni dai precedenti 111 milioni e il risultato operativo netto si è attestato a 43 milioni (-7%). A livello semestrale, Erg ha registrato un utile netto di gruppo pari a 84 milioni di euro contro i 73 milioni nel primo semestre 2016, mentre il risultato operativo netto recurring è calato a 133 milioni. L’indebitamento finanziario netto si è attestato a 1.514 milioni, in diminuzione di 43 milioni rispetto al 31 dicembre 2016 “principalmente per il positivo flusso di cassa operativo netto e per il dividendo ricevuto da Totalerg, che hanno compensato gli impatti derivanti dall’acquisizione dei parchi eolici tedeschi dal gruppo DIF, la distribuzione dei dividendi, il pagamento delle imposte, nonché gli investimenti del periodo”, spiega la società.

I risultati del secondo trimestre e più in generale del semestre sono decisamente soddisfacenti, in particolare se si considera che, oltre alle previste ricadute generate sia dalla riduzione della potenza eolica incentivata che dal mutato contesto regolatorio in Sicilia, sono perdurate condizioni anche in questo trimestre di scarsa idraulicità e ventosità”, ha commentato Luca Bettonte, a.d. di Erg.

Quanto alle previsioni per l’anno in corso, l’a.d. Bettonte ha dichiarato: “I risultati fin qui raggiunti ci permettono di confermare la guidance per il 2017 che prevede un margine operativo lordo di 430 milioni di euro ed un indebitamento netto di 1.450 milioni inclusivi di 140 milioni di investimenti, destinati soprattutto alla crescita nell’eolico all’estero, dove alla fine dell’anno entreranno in produzione i 48 MW in costruzione in Irlanda del Nord”.