Notizie Dati Macroeconomici Agenda macro: discorso Yellen, inflazione eurozona e Pil Usa. Ecco alcuni appuntamenti da monitorare in settimana

Agenda macro: discorso Yellen, inflazione eurozona e Pil Usa. Ecco alcuni appuntamenti da monitorare in settimana

La questione politica torna in primo piano sui mercati dopo l’esito delle elezioni tedesche. L’ottava ha infatti preso il via con la vittoria di Angela Merkel che è riuscita ad assicurarsi il quarto mandato, ma ha visto il suo consenso diminuire. Il vero vincitore è il partito di estrema destra Alternative für Deutschland che entra per la prima volta in Parlamento (approfondisci qui).
“Il risultato sopra le attese di Alternative für Deutschland (AdF), riporta in auge le retoriche nazionaliste che in Europa sembravano sopite. La frangia anti-europeista tedesca ha al momento oltre il 12% delle preferenze, un segnale forte nel Paese che più ha beneficiato dell’euro finora. I mercati stanno reagendo in maniera assolutamente composta, con l’euro che si è leggermente indebolito, i future sulla Borsa e gli spread praticamente invariati”. Questo il commento di Marco Piersimoni, senior portfolio manager di Pictet Asset Management. “Ora la strada verso la coalizione tra partiti sembra obbligata – spiega Piersimoni -. Ci sarà senza dubbio una maggioranza parlamentare in grado di sostenere Angela Merkel, ma si tratterà di un’alleanza frastagliata ed esporrà il fianco su diversi temi, non solo quello europeo”.

Oltre al risultato delle elezioni in Germania, da monitorare nel corso dell’ottava i dati sull’inflazione delle principali economie della zona euro e focus sempre sulle banche centrali. In primis per i discorsi del governatore della Banca centrale europea (Bce), Mario Draghi, in agenda questo pomeriggio e quello della governatrice della Federal Reserve (Fed), Janet Yellen, previsto per domani, ma che per le riunioni della banca centrale messicana e di quella della Nuova Zelanda. Ecco i principali appuntamenti in agenda nel corso della settimana:

Martedì 26 settembre in primo piano gli Stati Uniti, dove nel pomeriggio sono attesi gli aggiornamenti dal mercato immobiliare, con le vendite di case nuove, e la fiducia dei consumatori per il mese di settembre. In serata in primo piano il discorso su inflazione e politica monetaria della governatrice della Fed, Janet Yellen.

Mercoledì 27 settembre si guarda in mattinata all’Italia, dove sono in uscita gli indici di fiducia e gli aggiornamenti sugli ordini e il fatturato industriali. Per gli Stati Uniti, invece, in calendario gli ordini di beni durevoli. È attesa anche la decisione sui tassi da parte della banca centrale della Nuova Zelanda, che dovrebbe confermare il costo del denaro all’attuale 1,75 per cento.

L’agenda di Giovedì 28 settembre prevede per l’Europa l’inflazione in Spagna e in Germania (si tratta della stima preliminare di settembre), ma anche agli indici di fiducia per la zona euro. Fuori dall’eurozona, focus sulla lettura finale del Pil annualizzato statunitense relativo al secondo trimestre 2017 e sulla riunione della banca centrale messicana che si pronuncerà sui tassi.

La settimana si chiude con numerosi appuntamenti macro. Venerdì 29 si inizia con i dati provenienti dall’Asia: inflazione, vendite al dettaglio, la disoccupazione e produzione industriale per il Giappone, ma anche Pmi manifatturiero in Cina. In Europa in primissimo piano l’inflazione in Francia, Italia ed eurozona. Sempre venerdì a Londra si terrà un evento organizzato dalla Bank of England, “In convesation”: dialogo tra il governatore dell’istituto britannico Mark Carney e quello della Bce, Mario Draghi.

E infine da segnalare l’avvio oggi del “G7 Lavoro, Scienza e Industria” che si concluderà il 30 settembre. Come affrontare le trasformazioni nel mondo del lavoro innescate dalla rivoluzione tecnologica e dalla diffusione dell’automazione, le nuove sfide della scienza e della ricerca, e la metamorfosi dell’industria abilitata dalle tecnologie digitali e dai processi di produzione basati sulla robotica avanzata. Questi i temi al centro delle tre ministeriali G7 dedicate a Industria e ICT (25-26 settembre), Scienza (27-28 settembre) e Lavoro (29-30 settembre), che si tengono a Torino, nella cornice della Reggia di Venaria Reale.