Notizie Dati Macroeconomici Agenda macro della settimana: al via la stagione delle trimestrali con le banche Usa, riunione annuale Fmi e minute Fed

Agenda macro della settimana: al via la stagione delle trimestrali con le banche Usa, riunione annuale Fmi e minute Fed

La settimana che prende il via oggi offre numerosi spunti. A cominciare dalla stagione delle trimestrali che inizia negli Stati Uniti con i conti delle principali banche. Ma anche le indicazioni che arriveranno sull‘andamento della produzione industriale nei principali Paesi della zona euro. E poi attenzione rivolta a Washington: da domani parte il meeting annuale del Fondo monetario internazionale.

Osservando il calendario macro di domani, focus sulla produzione industriale in Francia, Italia e Gran Bretagna per il mese di agosto. Prende il via, come anticipato, la riunione annuale del Fondo Monetario Internazionale che annuncerà le nuove previsioni di crescita economica, contenute nel World Economic Outlook. Secondo Christine Lagarde, numero uno dell’Fmi, la ripresa dell’economia mondiale è destinata a durare. E in uno scenario di ottimismo, Lagarde ha anticipato che l’Fmi ritoccherà verso l’alto le stime di crescita globale. “Pubblicheremo le previsioni aggiornate in avvio de lavori dell’Annual meeting e queste cifre saranno probabilmente ancora più ottimiste” ha detto Lagarde, ricordando che nel mese di luglio l’Fmi aveva indicato una crescita mondiale al ritmo del 3,5% per quest’anno e del 3,6% nel 2018.
Tornando agli appuntamenti della settimana da poco iniziata, mercoledì 11 ottobre in primo piano i verbali della riunione del 20 settembre della Federal reserve (Fed). La giornata sarà inoltre scandita da numerosi interventi di membri della Fed, tra cui quello di Evans.

Giovedì 12 ottobre in mattinata si attende per la zona euro l’aggiornamento sulla produzione industriale di agosto. Da monitorare anche il discorso del numero uno della Banca centrale europea, Mario Draghi, che interverrà al meeting annuale dell’Fmi. Sempre a Washington, alle 16.30, interviene un altro membro della Fed Powell. Quest’ultimo è finito di recente sotto i riflettori: il suo nome sarebbe nella lista dei possibili candidati alla presidenza della banca centrale americana al posto di Janet Yellen, il cui mandato scadrà nel febbraio 2018.

E sono numerosi gli spunti di venerdì. A cominciare dall’inflazione in Germania e Italia. Nel pomeriggio raffica di dati in arrivo dagli Stati Uniti, tra cui l’inflazione di settembre, le vendite al dettaglio e la fiducia dei consumatori elaborata dall’università del Michigan. In agenda anche i discorsi di Evans e Kaplan due membri votanti della Fed.

Nell’agenda macro di questa settimana da inserire anche l’avvio della stagione delle trimestrali statunitense, con in primo piano i big del comparto bancario. Giovedì in primo piano i numeri trimestrali di Jp Morgan e Citigroup, mentre venerdì fari puntati su Bank of America e Wells Fargo.