News Notizie Notizie Italia illimity: utile netto nel terzo trimestre a 19,1 milioni, a fine anno atteso a 75 mln

illimity: utile netto nel terzo trimestre a 19,1 milioni, a fine anno atteso a 75 mln

Utile netto di 19,1 milioni di euro (+21% t/t e +2% a/a), per un totale di 50,6 milioni di euro nei nove mesi del 2022, in crescita del 10% rispetto al corrispondente periodo del 2021. Illimity alza il velo sui conti al 30 settembre 2022 da cui emerge come la crescita sia attesa in accelerazione nel quarto trimestre del 2022, portando ad un utile netto almeno pari a 75 milioni di euro per l’anno 2022 con un ROE di circa il 10%. I risultati attesi dell’anno includono circa 20 milioni di euro di risultato negativo ante imposte legati all’avvio delle iniziative b-ilty, Quimmo e Hype.

I ricavi del terzo trimestre sono pari a 74,5 milioni di euro e nei primi nove mesi del 2022 si attestano a 233,6 milioni di euro, registrando una progressione del 21% rispetto ai primi nove mesi del 2021. “Anche i risultati del terzo trimestre sono in crescita, solidi e in linea con le nostre previsioni, nonostante lo scenario in cui oggi operiamo sia profondamente mutato da quando abbiamo approvato il budget. illimity ha saputo ancora una volta proseguire nel previsto percorso di sviluppo che l’ha portata in breve tempo ad affermare profittevolmente sul mercato i diversi e sinergici core business. Il trend positivo del 2022 accelererà nel trimestre in corso: ottobre è partito con grande slancio in termini di generazione di business e la progressione delle dinamiche di redditività ci porterà a chiudere l’anno con almeno 75 milioni di euro di utile, confermando ancora una volta le stime di budget” commenta Corrado Passera, CEO e Fondatore di illimity. “Si tratta di un risultato di particolare interesse perché sconta importanti investimenti per il futuro. Le tre iniziative tecnologiche – b-ilty, Quimmo e Hype – pesano sui conti di quest’anno per circa 20 milioni di euro di perdite prima delle imposte; ci aspettiamo che tale risultato negativo si riduca drasticamente a partire dal 2023 e che le tre iniziative contribuiranno all’utile consolidato già dal 2024, creando significativo valore per il Gruppo. Guardiamo con fiducia anche al 2023: illimity ha da poco tagliato con successo il traguardo del quarto anno di operatività ed ha sostanzialmente completato la costruzione delle sue strutture. Il modello di business diventa ora molto più scalabile grazie agli investimenti già effettuati e alle masse critiche raggiunte. Di particolare soddisfazione per tutti gli illimiter la qualifica di Best Place to Work a livello europeo e i lusinghieri riconoscimenti in termini di rating ESG” conclude Passera.