News Notizie Notizie Italia Aumento capitale MPS: banche del consorzio vorrebbero rinviarlo al 2023

Aumento capitale MPS: banche del consorzio vorrebbero rinviarlo al 2023

Dopo la luce verde da parte della BCE in merito all’operazione di rafforzamento patrimoniale che verrà sottoposta all’assemblea del 15 settembre, alcune indiscrezioni di stampa segnalano divergenze tra il CEO Luigi Lovaglio e le banche del consorzio di garanzia in merito alle modalità e ai tempi dell’aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro.

Da un lato il consorzio spingerebbe per un rinvio al prossimo anno, dall’altro Lovaglio sarebbe invece contrario a far slittare l’operazione e anzi vorrebbe procedere spedito con il coinvolgimento degli anchor investor AXA e Anima, che potrebbero sottoscrivere una quota del 10% ciascuna investendo 250 milioni di euro.