Notizie Dati Bilancio Mondo Stagione utili: mercati osservano i numeri delle banche europee

Stagione utili: mercati osservano i numeri delle banche europee

I mercati non distolgono lo sguardo dai numerosi appuntamenti societari della settimana. Oggi l’attenzione è rivolta alle numerose trimestrali, in particolare a quelle di alcune tra le principali banche europee. Tra cui Commerzbank, Ing e Société Générale prima degli attesi numeri dell’italiana Unicredit che verranno presentati domani.

Tra i principali istituto di credito Commerzbank ha registrato una perdita trimestrale, pari a 637 milioni di euro, peggiore delle attese che pronosticavano un rosso di 547 milioni in scia alla ristrutturazione ancora in corso. Un anno prima, nel secondo trimestre 2016, la società aveva registrato un utile di 215 milioni. La seconda maggiore banca tedesca punta a un risultato “leggermente positivo” e per l’intero esercizio 2017 in scia al piano di riduzione costi per 807 milioni di euro. A Francoforte l’azione segna un ribasso dell’1,3 per cento.

Ing ha invece registrato nel secondo trimestre un utile netto in crescita del 5,9% a 1,37 miliardi di euro rispetto ai 1,36 miliardi registrati nell’analogo periodo nel 2016, battendo anche le previsioni del mercato che si attendeva un dato pari a 1,35 miliardi. A livello commerciale, il gruppo olandese ha visto crescere il numero di clienti primi sei mesi dell’anno: 700 mila nuovi clienti che portano il numero complessivo dei clienti a quota 36,5 milioni. Nonostante queste indicazioni il titolo Ing perde terreno sull’indice Aex e mostra una flessione pari a circa al 2,3 per cento.

Inizio di giornata difficile in Borsa anche per Société Générale che sulla Piazza di Parigi perde quasi il 5% dopo aver riportato una trimestrale in calo. Nel secondo trimestre la banca francese ha evidenziato un utile netto di 1,06 miliardi di euro, in calo del 28% rispetto al corrispondente periodo del 2016, mentre i ricavi sono scesi del 26% a 5,2 miliardi. A pesare sui risultati le spese legali e i bassi tassi di interesse che erodono la profittabilità.