Notizie Notizie Italia Le società anticipano la fine del Qe: boom di emissioni, da agosto 6 miliardi di nuova carta emessa

Le società anticipano la fine del Qe: boom di emissioni, da agosto 6 miliardi di nuova carta emessa

E’ boom di emissioni obbligazionarie corporate nella seconda metà dell’anno, una tendenza che ha mosso i primi passi sul finire di agosto e che secondo un gestore interpellato dalla redazione di Borse.it è figlia delle “buone condizioni che il mercato offre a supporto di operazioni sul lungo, in quanto c’è ancora bisogno di rendimenti prima che la Bce annunci la riduzione del programma degli acquisti di asset, societari e non”.

Da Intesa Sanpaolo ad Eni, passando ancora per il settore finanziario con Banco Bpm e di nuovo a quello industriale con CNH Industrial. In totale si arriva a oltre 6 miliardi di nuove emissioni in circa due mesi, carta suddivisa in diverse tipologie di bond: si va dai subordinati Tier2 fino ai senior e ai covered.

Nel mese di ottobre si fa sempre più vicino il prossimo meeting Bce (in calendario il 26 ottobre prossimo), nel quale il board presieduto da Mario Draghi potrebbe palesare l’annuncio del percorso di progressiva riduzione del programma di Quantitaive Easing, che potrebbe partire già a gennaio.

“Ecco perché – ha spiegato l’esperto contattato dalla redazione – vi è questa corsa delle società a cavalcare l’onda favorevole dei mercati prima che il Qe pian piano si esaurisca progressivamente”.