Notizie Notizie Italia Italia: crescita immatricolazioni di auto rallenta a luglio. +3,25% per FCA

Italia: crescita immatricolazioni di auto rallenta a luglio. +3,25% per FCA

Indicazioni contrastanti per Fiat Chrysler Automobiles. Dopo il -6,9% sul mercato spagnolo e il rosso di 10 punti percentuali registrato dalle immatricolazioni statunitensi, segni più sono arrivati dai dati relativi Francia e Italia. Sul mercato francese, salito del 10,9%, FCA ha messo a segno un +14,2%, mentre nel nostro Paese il mese scorso le vendite sono cresciute del 3,25% a 40.600 unità.

In Italia, il progressivo annuo di FCA totalizza 373,7 mila vetture, l’8,95 per cento in più rispetto al 2016. Segno decisamente positivo per Alfa Romeo e Jeep, che in luglio aumentano le immatricolazioni rispettivamente del 26,8 e del 27,05 per cento. Nel mese ben sei modelli FCA sono nella top ten (Panda, 500, Punto, Ypsilon, Tipo e 500X) di cui 5 ai primi cinque posti. La quota di mercato è al 28 per cento.

Italia: le immatricolazioni crescono del 5,93%
In crescita da 44 mesi (ad eccezione di maggio 2014 e aprile 2017), il mercato dell’auto italiano a luglio ha registrato un rallentamento segnando un +5,9% a 145.363 unità, circa 8 mila in più di un anno fa. Nel periodo gennaio-luglio 2017 la Motorizzazione ha in totale immatricolato 1.282.353 autovetture, con una variazione di +8,62% rispetto al periodo gennaio-luglio 2016.

“Il mercato sembra aver risentito dello sforzo immatricolativo dei mesi scorsi – ha commentato Michele Crisci, Presidente dell’Unrae, l’Associazione che in Italia rappresenta le Case Automobilistiche Estere – denunciato dal calo delle vendite nel canale privati”. “Questo calo – continua Crisci  – potrebbe trovare due giustificazioni: una per l’uscita delle vetture KM0 dai Concessionari al Cliente finale, l’altra, nel maggiore utilizzo del canale noleggio a privati”.

“Si scrive +5,9% ma si legge -1,9%, che corrisponde invece al mercato privati, ossia alla vendita alle famiglie”, ha detto Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, l’associazione che rappresenta i concessionari di tutti i brand commercializzati in Italia.

Alla luce dei dati odierni, l’Unrae conferma la stima di vendite 2017 a 1,95 milioni. “Dopo due anni consecutivi di incrementi a doppia cifra, quindi, con un +6,8%, il mercato dell’auto 2017 in Italia tornerebbe a tassi di crescita più contenuti e si attesterebbe sui livelli del 2010”.