Notizie Notizie Italia Caso Bankitalia: Gentiloni in trincea, ma riconferma Visco sempre più difficile

Caso Bankitalia: Gentiloni in trincea, ma riconferma Visco sempre più difficile

La riconferma di Ignazio Visco è sempre più in bilico anche se il governo reitera l’intenzione di salvaguardare l’autonomia di Bankitalia che sarà il criterio seguito da Gentiloni nella scelta del nome da proporre per il prossimo mandato alla guida dell’istituto di via Nazionale. Anche il Quirinale preferirebbe una conferma del governatore perchè così verrebbe rispettata l’autonomia di Bankitalia dalla politica, evitando di creare un pericoloso precedente.

Gli ultimi sviluppi dopo la mozione Pd contro Visco sotto la regia di Matteo Renzi hanno reso la situazione molto complicata e per il governo uscire dall’impasse di questi giorni appare molto difficile visto che buona parte del parlamento si è schierata contro Visco. Ultimo in ordine di tempo è stato ieri Silvio Berlusconi che ha sottolineato come “Bankitalia non ha svolto il ruolo di controllo che ci si attendeva”. 

L’affondo di Renzi: tutti sapevano tutto 
“Tutti sapevano tutto – ha ribadito Renzi intervenendo a a Otto e Mezzo su La7 – . Il presidente del Consiglio mi ha telefonato per dirmi che secondo lui la mozione aveva dei punti da cambiare. Poi è normale che il leader del primo partito venisse incontro al governo”. L’ex premier ha inoltre affermato di non ritenere una sconfitta l’eventualità di una riconferma di Visco. 

Quali i possibili scenari? Stando alle ultime indiscrezioni non è da escludere un passo indietro di Ignazio Visco che renderebbe più semplice il delicato compito del premier. In tal senso Il Messaggero oggi sottolinea come Paolo Gentiloni tiferebbe “per un autonomo passo indietro” del governatore di Bankitalia. Una mossa che aiuterebbe a trovare una soluzione, ora la situazione è del tutto incartata”, sostengono a palazzo Chigi secondo la ricostruzione del quotidiano romano.

Tale ipotesi deve però fare i conti con la posizione di Visco che non avrebbe intenzione di indietreggiare. “Un mio ritiro darebbe ragione ai miei detrattori”, avrebbe confidato ai suoi collaboratori.