Notizie Notizie Italia Apertura Borse oggi, 20 gennaio 2023

Apertura Borse oggi, 20 gennaio 2023

Avvio all’insegna degli acquisti in Europa con tutti i principali indici ampiamente sopra la parità.

Entriamo nei dettagli.

Panoramica sull’apertura delle Borse del 20 gennaio 2023

Indici Europa e Italia

L’indice EuroStoxx50 si trova nuovamente sopra 4.100 punti, in rialzo dello 0,38%, mentre a Milano, l’indice Ftse Mib si trova a 25.700 in progresso dello 0,58%.

Acquisti anche sul Cac40 francese (+0,37%) e sul Dax40 di Francoforte (+0,39); mentre il migliore al momento è l’Ibex35 spagnolo in rialzo di oltre l’1%.

SEGUI: Indici di Borsa Mondiali

Andamento Spread Btp / Bund

Infine, sul fronte obbligazionario lo spread Btp/Bund si trova a quota 180 punti base, in rialzo di oltre l’1,6%, con il rendimento del decennale italiano al 3,86%.

SEGUI: Valore Spread BTP/BUND 10 anni di oggi in tempo reale

Forex

Intanto sul Forex il cambio euro/dollaro viaggia a 1,084 e il dollaro/yen poco sotto quota 129.

Tra le materie prime in rialzo il greggio, con il Brent (+0,7%), in area 86 dollari e il Wti sopra quota 81 dollari.

SEGUI: Forex e mercato delle valute

Ftse Mib sopra 21.700: bene per Saipem, Amplifon va giù

Nel paniere principale di Piazza Affari spicca in avvio Saipem (+5,17%) dopo essersi aggiudicata due nuove contratti offshore per 900 milioni di dollari. Acquisti anche su Prysmian (+1,9%) e i bancari Generali e Bper Banca.

Al contrario il peggiore è Amplifon, in calo di oltre il 3,5%.

Nella giornata di oggi, la presidente della Bce Christine Lagarde, parlerà nuovamente al forum di Davos, dopo che nell’incontro di ieri ha sottolineato come sia necessario proseguire con il ciclo di strette monetarie, con i tassi di interesse che devono essere alzati ulteriormente per riportarli verso target 2%.

Acquisti su Netflix dopo i conti trimestrali, il titolo sale del 6%

Intanto, prosegue la stagione delle trimestrali in Usa e ieri a mercati Netflix ha diffuso i risultati, con il titolo che è salito del 6% in afterhours, nonostante abbia registrato un calo degli utili superiori alle attese, ma anche un incremento degli abbonati saliti a quota 7,66 milioni oltre le attese degli analisti.