Quotazioni

Caricamento in corso...
add page add page

Quotazioni Xtrackers Ii Euroz Govt 25+ Ucits Etf

Opzioni avanzate
Xtrackers Ii Euroz Govt 25+ Ucits Etf

Quotazioni Xtrackers Ii Euroz Govt 25+ Ucits Etf

  • Ultimo Prezzo
  •  342,0900
  • Variazione %
  • -0,01%
  • Prezzo Denaro
  • 341,8100
  • Prezzo Lettera
  • 342,8500
  • Prezzo di apertura
  •  342,0900
  • Min giornata
  • 342,0900
  • Max giornata
  • 342,0900
  • Prezzo ufficiale
  •  342,2230- 2018/12/05
  • Fase di mercato
  •  NEG
  • Q.tà Denaro
  • 58
  • Q.tà Lettera
  • 50
  • Volume scambiato
  • 16
  • Variazione punti
  •  -0,03
  • Numero scambi
  • 1
  • Vol. scamb. media gg
  •  95
  • Controval. scambiato €
  •  5.000

Informazioni sul titolo

  • Mercato
  • ETF Plus
  • Segmento
  • ETF-ETC
  • ISIN
  • LU0290357846
  • Simbolo
  • X25E
  • Benchmark
  • Markit Iboxx Eur Eurozone (de Es Fr It Nl) 25+
  • Nota Benchmark
  • Titoli di Stato Euro
  • Divisa Emissione
  • EUR
  • Emittente
  • Xtrackers Ii
  • Obblighi quotazioni
  • 6.000
  • Obblighi di quotazione (Max Spread)
  • 2,000
  • Commissioni Gestione
  • 0,15
  • Lotto
  • 1

Scheda tecnica Xtrackers Ii Euroz Govt 25+ Ucits Etf

Descrizione
Questo Etf replica un paniere di obbligazioni governative dell’area euro con vita residua superiore ai 25 anni. L’Etf risente negativamente delle fasi caratterizzate da rialzi dei tassi di interesse: risulta poco adatto quindi alle fasi di rafforzamento del ciclo economico internazionale, quando le politiche monetarie delle banche centrali passano da espansive a restrittive
Sintesi
Un prodotto rivolto a coloro che sono interessati ad investire nelle obbligazioni governative dell’area euro caratterizzate da una vita residua decisamente elevata. L’investimento risente negativamente dell’avvio di politiche monetarie restrittive: è quindi opportuno valutare il livello e le aspettative relative ai tassi di interesse prima di acquistare questo prodotto.
Indice sottostante
L’Indice IBOXX € SOVEREIGNS EUROZONE 25+ rappresenta la classe di scadenza superiore ai 25 anni dei titoli governativi dell’area Euro. Ciascun componente all’interno dell’indice viene ponderato in base all’ammontare complessivo del titolo obbligazionario in circolazione. Tutti i titoli, per essere inclusi nell’indice, devono avere una vita residua compresa superiore ai 25 anni alla data di ribilanciamento dell’indice. L’indice è del tipo total return, ciò vuol dire che le cedole pagate da ciascuna obbligazione sono di volta in volta reinvestite.
Strategia
Questo Etf è indicato all’investitore che vuole accedere ad un investimento diversificato nei titoli di stato dell’area euro posizionandosi nella parte lunga della curva dei tassi di interesse. Grazie alle caratteristiche intrinseche dello strumento, l’Etf può essere utilizzato per ridurre il rischio complessivo di un portafoglio grazie alla bassa correlazione tra mercato obbligazionario ed azionario. Questo strumento appare piuttosto esposto alla dinamica dei tassi, per questo l’investimento risulterà maggiormente premiante se effettuato in fasi di riduzione dei tassi di interesse.
Fattori di rischio
L’Etf risente negativamente delle fasi caratterizzate da rialzi dei tassi di interesse: risulta poco adatto quindi alle fasi di rafforzamento del ciclo economico internazionale, quando le politiche monetarie delle banche centrali passano da espansive a restrittive. Il rendimento dell’Etf risente in maniera indiretta di eventuali aumenti dei costi di petrolio e materie prime: un rialzo di questi prodotti, infatti, si riflette solitamente in un aumento del tasso di inflazione producendo un possibile rialzo dei tassi di interesse che va a colpire il rendimento di questa tipologia di strumenti finanziari.

Performance del titolo

  • 1 Mese
  • 2,70
  • 3 Mesi
  • 0,63
  • 6 Mesi
  • 2,13
  • 12 Mesi
  • -0,47
  • Max 52 week - Data
  • 350,90 - 04/04/2018
  • Min 52 week - Data
  • 326,60 - 10/01/2018

Ultime dal blog

  • Oggi, 09:18 - a-zanettifinanzaonline

    PIAZZA AFFARI: looking for a trend...

    Guest post: Trading Room #302. La settimana scorsa è stata una delle peggiori dell'anno per la borsa USA e per la nostra le cose sono andate un po' meglio.

  • Oggi, 09:44 - redazionefinanza

    Mutui e Bce, che succede dopo la fine del QE?

    La questione dei mutui, in particolare il rischio di un possibile aumento e inasprimento delle condizioni di finanziamento, torna alla ribalta nella settimana della Bce. Giovedì 13 dicembre la

  • Oggi, 09:19 - clinguellafinanza

    I negoziati dei PEPP bloccati sul nodo della vigilanza

    Per rafforzare l’integrazione pensionistica complementare la Commissione Ue fin dal giugno 2017 ha proposto l’istituzione dei Pan-European Pension Product (PEPP), i piani pensionistici individuali pan-europei, una specie di Pip