News Notizie Notizie Italia Piazza Affari arretra in avvio: male Saipem, avanza Intesa

Piazza Affari arretra in avvio: male Saipem, avanza Intesa

Primi scorci di giornata in ribasso per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib cede lo 0,54% a quota 24.542 punti. Tra i singoli titoli ribasso corposo per Saipem (-3,92%); tra i titoli oil in affanno anche Tenaris (-0,92%). Di contro tra le big si muove bene Intesa Sanpaolo con +1,21%.

I mercati tornano a guardare con preoccupazione alla Cina con i focolai di Covid che hanno portato diverse aree a imporre il coprifuoco per controllare i focolai. Newsflow che ha spinto al ribasso le Borse asiatiche e i prezzi del petrolio.

In settimana attesa per i verbali delle ultime riunioni di Fed e Bce. Venerdì il presidente della Bce, Christine Lagarde, ha affermato che i tassi di interesse dovranno salire ancora, a livelli che limitino l’espansione economica al fine di combattere l’elevata inflazione. Parole che avallano le aspettative di un altro aumento nella riunione di dicembre, ossia il quarto rialzo consecutivo. Da luglio, la BCE ha aumentato i tassi di 200 punti base.

In settimana focus degli investitori anche su alcuini dati macroeconomici, tra cui l’Indice Michigan fiducia consumatori USA, ordini di beni durevoli negli USA, mentre dalla Germania in arrivo gli indici Gfk, Ifo e il PIL.