News Notizie Dati Macroeconomici Giappone, inflazione corre anche qui. Focus indice PPI, su Bank of Japan ulteriori pressioni tassi

Giappone, inflazione corre anche qui. Focus indice PPI, su Bank of Japan ulteriori pressioni tassi

Forte rialzo su base annua in Giappone dell’inflazione misurata dall’indice dei prezzi alla produzione. Nel mese di dicembre l’indice PPI è salito su base mensile dello 0,5%, oltre il +0,3% atteso dal consensus, rispetto al +0,6% di novembre. Su base annua l’inflazione è schizzata del 10,2%, ben oltre il +9,5% stimato dagli analisti, rispetto al +0,3% di novembre. Il dato mette ulteriore pressione sulla Bank of Japan, la banca centrale del Giappone, che continua a perseguire una politica monetaria accomodante basata tuttora sui tassi negativi.

Nel mese di dicembre, in quello che è stato il suo ultimo atto del 2022, la BoJ, mosca bianca tra le principali banche centrali del mondo per la politica monetaria ultra espansiva che continua a perseguire – basata sui tassi negativi e su un QE a dir poco scatenato – ha annunciato di aver lasciato il costo del denaro invariato a -0,1% ma di aver apportato anche una modifica al YCC (Yield Curve Control), ovvero allo strumento di controllo della curva dei rendimenti.

La Bank of Japan ha aumentato il range di oscillazione dei tassi dei titoli di stato del Giappone, dalla precedente forchetta compresa tra -0,25% e 0,25% alla nuova banda, compresa tra il -0,5% e il +0,5%. E c’è chi scommette sul fatto che ormai il Giappone sia destinato a porre fine all’era dei tassi negativi.