Pagina 46 di 93 PrimaPrima ... 36 44 45 46 47 48 56 ... UltimaUltima
Risultati da 451 a 460 di 921

Discussione: Delirio Italia

  1. #451
    Citazione Originariamente Scritto da italia80
    Intanto in Campania i primi semini:
    "Se si vince, cambia la storia dell'Italia democratica!"
    Cioe'? Spiegati meglio Enrico.....
    Il termine anarchia significa, il non aver bisogno di nessuna autorità! Non significa fare ciò che si vuole, ma significa fare ciò che ci detta la nostra coscienza.

  2. #452
    Mi sono sentito in dovere di scrivere quanto sotto in relazione all’ articolo di ieri sul Sole 24 Ore, un giornale che penso leggerò sempre di meno


    Inviato: giovedì 18 marzo 2010 9.04
    A: 'letterealsole@ilsole24ore.com'
    Cc: 'Salvatore Carrubba (s.carrubba@ilsole24ore.com)'
    Oggetto: L'arbitrato europeo che sognava Marco Biagi



    I pochi discorsi che si fanno attorno al mondo del lavoro riguardano la possibilità di licenziare o sostenere con ammortizzatori, senza che da parte degli Imprenditori e dei Sindacati ci siano piani per un vero sviluppo.

    Adesso si vuole favorire la mobilità in uscita con un nuovo istituto chiamandola modernizzazione.

    Per altro da più parti si vuole criminalizzare chi ha un lavoro a tempo indeterminato, mentre tanti purtroppo lavoricchiano a tempo.

    E non si nasconde neppure il fatto che molti che hanno lavoro a tempo indeterminato sono scontenti e cambierebbero se potessero. Se potessero: qui è il fulcro del discorso.

    Si chiedono stimoli ai Governi di turno per favorire l’ economia alla faccia del libero mercato, inesistente, ma gli attori non fanno nulla per proporre qualcosa di concreto.

    Per cortesia, mandate i Vostri inviati sui luoghi di lavoro “ caldi “ in Italia, non in Francia: occupatevi di come stanno andando le cose nel nostro Paese, ormai colonizzato a tutti i livelli, dalla manodopera alla proprietà.

    Cordiali saluti

  3. #453
    Citazione Originariamente Scritto da lemmyg59
    Mi sono sentito in dovere di scrivere quanto sotto in relazione all’ articolo di ieri sul Sole 24 Ore, un giornale che penso leggerò sempre di meno


    Inviato: giovedì 18 marzo 2010 9.04
    A: 'letterealsole@ilsole24ore.com'
    Cc: 'Salvatore Carrubba (s.carrubba@ilsole24ore.com)'
    Oggetto: L'arbitrato europeo che sognava Marco Biagi



    I pochi discorsi che si fanno attorno al mondo del lavoro riguardano la possibilità di licenziare o sostenere con ammortizzatori, senza che da parte degli Imprenditori e dei Sindacati ci siano piani per un vero sviluppo.

    Adesso si vuole favorire la mobilità in uscita con un nuovo istituto chiamandola modernizzazione.

    Per altro da più parti si vuole criminalizzare chi ha un lavoro a tempo indeterminato, mentre tanti purtroppo lavoricchiano a tempo.

    E non si nasconde neppure il fatto che molti che hanno lavoro a tempo indeterminato sono scontenti e cambierebbero se potessero. Se potessero: qui è il fulcro del discorso.

    Si chiedono stimoli ai Governi di turno per favorire l’ economia alla faccia del libero mercato, inesistente, ma gli attori non fanno nulla per proporre qualcosa di concreto.

    Per cortesia, mandate i Vostri inviati sui luoghi di lavoro “ caldi “ in Italia, non in Francia: occupatevi di come stanno andando le cose nel nostro Paese, ormai colonizzato a tutti i livelli, dalla manodopera alla proprietà.

    Cordiali saluti
    A me sembra una sintesi del mercato del lavoro molto buona, io ho fatto il precario per 10 anni e ora ho un posto a tempo determinato quindi conosco molto bene la situazione.
    Non e' vero che siamo ormai colonizzati, dai francesi in modo particolare?
    Il termine anarchia significa, il non aver bisogno di nessuna autorità! Non significa fare ciò che si vuole, ma significa fare ciò che ci detta la nostra coscienza.

  4. #454
    la bellissima e civilissima modena di cui Sporting tanto ingratamente si lamentava perché diceva essere in mano alle cooperative rosse, si scopre ora che in realtà è quasi completamente in mano alla 'ndrangheta. intanto Sporting e il suo idolo e tutto il governo continuano a prendersela coi co.mu.nisti e a orientare l'opinione pubblica contro un falso nemico e nel frattempo fanno leggi spudoratamente promafia. quella del falso nemico è una pastura a cui il popolo merlo abbocca dall'inizio dei tempi. comunque dai, Sporting, vedremo tra qualche annetto quando modena sarà una dependance della calabria se ti lamenterai ancora! il comunismo come hai detto tu è fallito, il capitalismo lo dico io che è fallito, ora entriamo in una nuova era: quella del gangsterismo! allegria!
    La morte è una nespola che matura sui nostri giorni di paglia, da \"Che metà basta\" di Giuliano Caron.

  5. #455
    Citazione Originariamente Scritto da anarchico
    Citazione Originariamente Scritto da italia80
    Intanto in Campania i primi semini:
    "Se si vince, cambia la storia dell'Italia democratica!"
    Cioe'? Spiegati meglio Enrico.....
    Ciao Anarchico, mi sono rifatto ad un mio precedente post nel quale dicevo che in Italia siamo destinati a ritrovarci non tra molto nelle mani di una nuova forma totalitarista, sospinta dall'ignoranza dilagante.

    In Campania siamo messi peggio che altrove, quindi ci stiamo portando avanti nella ricerca di un "monarca" più che di un governatore... però a quanto pare (leggi la frase di sopra) il semino che stiamo piantando quì ha già mire espansionistiche...

    Vediamo come va a finire.

    Ps. Io non sono ne di destra ne di sinistra.. credo nell'alternanza politica che soddisfi le esigenze sociali del momento. Ad esempio, a mio modesto parere, in Italia oggi servirebbe una politica di destra (.. in Italia però la politica è morta), in Usa di sinistra.
    In Campania serve decisamente una persona di polso, un pò estrema... Ce lo meritiamo e farà bene a questa regione.
    Cio’ che conta non è la volontà di vincere ma la volontà di prepararsi a vincere

  6. #456
    Report Domenica 21 marzo ore 21.30 Rai 3

    Gentili telespettatori,
    Vi comunichiamo che Report andra' in onda domenica 21 marzo alle 21.30 su RAI TRE.
    La puntata si intitola ''GLI SDOPPIATI'' di Bernardo Iovene.

    Segue Sinossi:
    Dal 1953 una legge prevede che tutti i sindaci di comuni con popolazione superiore a 20.000 abitanti, se eletti in Parlamento, devono essere giudicati incompatibili per una delle due cariche. Nel 2002 pero', la giunta delle elezioni dichiaro' compatibile il sindaco di Palermo, stabilendo un precedente che di fatto e' diventato giurisprudenza, e cosi' nella sedicesima legislatura tra Camera e Senato, ci sono 16 parlamentari che sono anche sindaci e presidenti di provincia.
    Ma si possono svolgere piu' attivita' istituzionali contemporaneamente? Siamo stati nelle citta' e province dove sindaci e presidenti hanno il doppio incarico per capire come riescono a conciliare i tempi delle cariche amministrative e legislative.

    Per la rubrica Com'e' andata a finire? Andra' in onda:

    ''INCIDENTI: CHI PAGA?'' - AGGIORNAMENTO DEL 04/05/2003 di Giovanna Corsetti.
    Cercheremo di investigare e chiarire come vengono effettuati in Italia i controlli preventivi per reprimere e sanzionare le condotte che generano incidenti. I controlli e le sanzioni si riferiscono sia ai controlli effettuati con le forze dell'ordine che con strumenti elettronici quali il Tutor. Cos'e' esattamente il sistema Tutor, come funziona, ma anche come reagiscono i cittadini e a quali strumenti ricorrono per sottrarsi a multe e punti decurtati. Verra' anche affrontato il tema della patente a punti: come funziona, come si perdono e si riacquistano punti. Qual e' il ruolo del Giudice di Pace.

    La Goodnews di questa settimana s'intitola ''SENZA INDENNITA''' di Giuliano Marrucci.
    In questo periodo di magra per le casse comunali, nel piccolo comune di Annone Brianza, in provincia di Lecco, da tre anni, quando si arriva a chiudere il bilancio ci si trova piu' quattrini del previsto. Nessuno sa da dove arrivino, fino a quando il sindaco Carlo Colombo e' costretto ad ammettere ''sono i soldi della mia indennita'''. Un caso di politica fatta per passione. Ma non e' il solo. Sempre in provincia di Lecco, dal 2004, il sindaco Egidia Beretta Arrigoni i suoi soldi li storna tutti in un fondo di solidarieta'. La missione? Tenere in piedi la scuola materna della parrocchia, sistematicamente a corto di quattrini. E se invece del solo sindaco a rinunciare all'indennita' sono tutti i membri di giunta e consiglio, le cose si fanno interessanti. Come a Carpasio, provincia d'Imperia. Oppure a Montevecchia, dove questa abitudine continua ininterrotta addirittura da oltre venti anni.

    Videochat
    Bernardo Iovene sara' online lunedi' dalle 18 alle 19 per rispondere in diretta video a domande, curiosita' e dubbi su ''GLI SDOPPIATI'' in onda domenica. Ogni eventuale modifica dell'orario sara' comunicata sul sito.

    Vi informiamo inoltre che sono previste le repliche di questa puntata su Raisat Extra nei seguenti giorni:
    lunedi' alle 10.00 e mercoledi' alle 21.00.

    E' visibile su Digitale terrestre in Sardegna, Lazio (escluso di Viterbo), Campania, Piemonte, trentino e valle D?Aosta. Rai Sat Extra e' visibile su tutto il territorio nazionale attraverso la piattaforma satellitare TvSat utilizzando l'apposito decoder (TvSat).

    Il video e la trascrizione integrale del testo della nuova inchiesta saranno on line sul nostro sito www.report.rai.it dieci minuti dopo il termine della messa in onda.

    Buona Visione! La Redazione.
    Il termine anarchia significa, il non aver bisogno di nessuna autorità! Non significa fare ciò che si vuole, ma significa fare ciò che ci detta la nostra coscienza.

  7. #457
    I Comuni con il buco dentro (dal Blog di Grillo)

    Alviano (1554 ab.), Baschi (2742 ab.), Guardea (1883 ab.), Lugnano in Teverina (1593 ab.), Polino (284 ab.) Stroncone (4815 ab.) non sono Comuni, ma banche di investimento. Insieme ad altri Comuni umbri hanno sottoscritto swap, strumenti di finanziamento "derivati", per 466 milioni di euro. Anche i piccoli Comuni, in cui la parola swap, ha un significato mistico, metafisico, allucinogeno si sono indebitati improvvisandosi esperti finanziari.
    Gli swap permettono di ottenere anticipi dalle banche in previsione di consistenti guadagni. I Comuni si ritrovano oggi, dopo la crisi, con i soldi da restituire e il capitale iniziale azzerato. Gli swap sono una alternativa legale allo strozzinaggio, una roulette russa in cui manca una sola pallottola. Si incassa oggi e si spera in Dio, nel frattempo si pagano laute commissioni alle banche d'affari. Nel caso il Comune non riesca a ripianare il debito accumulato, può rifinanziarlo con un'altra scommessa, con un altro swap fino al crack. Si nascondono così i buchi di bilancio con investimenti ad alto rischio che sottraggono risorse ai prossimi esercizi comunali.
    I sindaci che investono in swap di solito non ne rispondono, la perdita ricade sui loro successori e sui cittadini. Le amministrazioni locali hanno investito in swap per 35 miliardi di euro, un terzo del loro intero debito (fonte Financial Times).
    I derivati sono un moderno campo dei miracoli di Pinocchio situato nei pressi della città Acchiappacitrulli, nel Paese dei Barbagianni. Il campo miracoloso dove si seppellivano gli zecchini d'oro e in una sola notte cresceva un albero capace di farli fruttare. Come fa un Comune a uscire da un debito insostenibile dovuto ai derivati? Denuncia le banche che, a suo dire, lo hanno truffato. Milano ha tracciato la via denunciando JP Morgan, Depfa, Deutsche Bank e UBS. I "derivati alla milanese" sono stati sottoscritti nel 2005 da Albertini, il re dei parcheggi, che si gode la sua vecchiaia a Bruxelles come eurodeputato. Un investimento su base trentennale degno di una finanziaria, pari a 1,7 miliardi di euro. Il Comune non vuole addossarsi le perdite di 100 milioni di euro (accumulato fino ad ora) e ha avviato una causa di risarcimento di 239 milioni di euro. Il Comune si è accorto solo dopo quattro anni di aver firmato un contratto capestro che gli ha consentito però di fare subito cassa. Si è dichiarato così incapace di intendere e di volere. Il processo inizierà a maggio. Il blog lo seguirà.
    Chi ha consentito ai Comuni di dilapidare le casse in derivati? L'inarrestabile Tremorti, l'indebitatore d'Italia, con la legge Finanziaria del 2002. Visto il disastro, nel 2009 li ha proibiti, un vero creativo.
    Il termine anarchia significa, il non aver bisogno di nessuna autorità! Non significa fare ciò che si vuole, ma significa fare ciò che ci detta la nostra coscienza.

  8. #458
    «Le regole sono regole per tutti e vanno rispettate. Il mondo non può essere dei furbi». Non arretra di un passo Milena Cecchetto, il sindaco leghista di Montecchio Maggiore. Anche ieri in questo paese della provincia di Vicenza otto bambini delle elementari e della materna, due italiani e sei stranieri, si sono dovuti accontentare di un menu differenziato. Non pasta alla zucca, hamburger, insalata e frutta come tutti gli altri. Ma una bottiglietta d’acqua ed un panino. «Riduzione del pasto», così l’ha chiamata il sindaco, perché i genitori dei piccoli non avevano pagato la retta della mensa. Ed il Comune ha deciso di ripianare un buco da 150 mila euro accumulato proprio per i pranzi distribuiti nelle scuole. Una scelta che ha provocato tantissime proteste. La Caritas di Vicenza è pronta a mettere mano al portafoglio per coprire le spese di quelle otto famiglie. E chiama alla «mobilitazione affinché nessun bimbo debba essere umiliato nella propria dignità, ancor prima che nei suoi bisogni primari». Stasera alle 19 e 30, davanti al municipio di Montecchio, le associazioni degli immigrati hanno organizzato una simbolica cena a pane ed acqua. L’iniziativa è di Ousmane Condè, originario della Guinea, cittadino italiano da pochi mesi e candidato alle regionali in Veneto per Sinistra ecologia libertà: «Nemmeno le bestie — dice — si comportano così e affamano i loro cuccioli. Sarebbe questo il partito dell’amore? ».

    dal corriere.it
    Não podemos dirigir o vento... Mas podemos ajustar as velas.

  9. #459
    Citazione Originariamente Scritto da fortis
    «Le regole sono regole per tutti e vanno rispettate. Il mondo non può essere dei furbi». Non arretra di un passo Milena Cecchetto, il sindaco leghista di Montecchio Maggiore. Anche ieri in questo paese della provincia di Vicenza otto bambini delle elementari e della materna, due italiani e sei stranieri, si sono dovuti accontentare di un menu differenziato. Non pasta alla zucca, hamburger, insalata e frutta come tutti gli altri. Ma una bottiglietta d’acqua ed un panino. «Riduzione del pasto», così l’ha chiamata il sindaco, perché i genitori dei piccoli non avevano pagato la retta della mensa. Ed il Comune ha deciso di ripianare un buco da 150 mila euro accumulato proprio per i pranzi distribuiti nelle scuole. Una scelta che ha provocato tantissime proteste. La Caritas di Vicenza è pronta a mettere mano al portafoglio per coprire le spese di quelle otto famiglie. E chiama alla «mobilitazione affinché nessun bimbo debba essere umiliato nella propria dignità, ancor prima che nei suoi bisogni primari». Stasera alle 19 e 30, davanti al municipio di Montecchio, le associazioni degli immigrati hanno organizzato una simbolica cena a pane ed acqua. L’iniziativa è di Ousmane Condè, originario della Guinea, cittadino italiano da pochi mesi e candidato alle regionali in Veneto per Sinistra ecologia libertà: «Nemmeno le bestie — dice — si comportano così e affamano i loro cuccioli. Sarebbe questo il partito dell’amore? ».

    dal corriere.it
    Conosco bene i leghisti perche' sono nato sul territorio, sarebbe troppo lunga la storia da raccontare, che lascino pure i bambini immigrati a razione ridotta cosi' avranno maggiori stimoli per arrivare rispetto ai loro coetanei occidentali che sono in sovrappeso e 1 su 3 obesi.....
    Il termine anarchia significa, il non aver bisogno di nessuna autorità! Non significa fare ciò che si vuole, ma significa fare ciò che ci detta la nostra coscienza.

  10. #460
    Citazione Originariamente Scritto da anarchico
    Citazione Originariamente Scritto da fortis
    «Le regole sono regole per tutti e vanno rispettate. Il mondo non può essere dei furbi». Non arretra di un passo Milena Cecchetto, il sindaco leghista di Montecchio Maggiore. Anche ieri in questo paese della provincia di Vicenza otto bambini delle elementari e della materna, due italiani e sei stranieri, si sono dovuti accontentare di un menu differenziato. Non pasta alla zucca, hamburger, insalata e frutta come tutti gli altri. Ma una bottiglietta d’acqua ed un panino. «Riduzione del pasto», così l’ha chiamata il sindaco, perché i genitori dei piccoli non avevano pagato la retta della mensa. Ed il Comune ha deciso di ripianare un buco da 150 mila euro accumulato proprio per i pranzi distribuiti nelle scuole. Una scelta che ha provocato tantissime proteste. La Caritas di Vicenza è pronta a mettere mano al portafoglio per coprire le spese di quelle otto famiglie. E chiama alla «mobilitazione affinché nessun bimbo debba essere umiliato nella propria dignità, ancor prima che nei suoi bisogni primari». Stasera alle 19 e 30, davanti al municipio di Montecchio, le associazioni degli immigrati hanno organizzato una simbolica cena a pane ed acqua. L’iniziativa è di Ousmane Condè, originario della Guinea, cittadino italiano da pochi mesi e candidato alle regionali in Veneto per Sinistra ecologia libertà: «Nemmeno le bestie — dice — si comportano così e affamano i loro cuccioli. Sarebbe questo il partito dell’amore? ».

    dal corriere.it
    Conosco bene i leghisti perche' sono nato sul territorio, sarebbe troppo lunga la storia da raccontare, che lascino pure i bambini immigrati a razione ridotta cosi' avranno maggiori stimoli per arrivare rispetto ai loro coetanei occidentali che sono in sovrappeso e 1 su 3 obesi.....
    concordo con Anarchico. fa bene a quei bambini provare sulla loro pelle cos'è l'ingiustizia sociale, così un domani sapranno fare scelte politiche più avvedute e non abboccheranno come merli a certi slogan tipo "il partito dell'amore" e patacche del genere. partito dell'amore sì, ma per la linea.
    La morte è una nespola che matura sui nostri giorni di paglia, da \"Che metà basta\" di Giuliano Caron.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •