Pagina 1 di 42 1 2 3 11 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 416

Discussione: libri da leggere o usare per stufa, camino, in bagno o tavoli trab.

  1. #1
    Cominciamo bene e cioè con un libro da leggere tutta la vita, il breviario, libro dei libri dei laici, vale a dire il vocabolario/dizionario della lingua italiana che dev'essere per il lettore quello che è il casco per il motociclista. la lettura è come una scalata fatta sulle parole come appoggi ed è sconsigliabile proseguire se non si è completamente sicuri sul senso e significato di ognuna per cui se non si sta leggendo in braille o si è inabili agli arti superiori bisogna affrontare la lettura armati di vocabolario. che lettura è se da questa non impariamo almeno una parola nuova?

    vocabolario/dizionario della lingia italiana: da leggere!
    La morte è una nespola che matura sui nostri giorni di paglia, da \"Che metà basta\" di Giuliano Caron.

  2. #2
    "sarah" di j.t.leroy
    nonostante il nome femminile, è la storia di un bambino dodicenne, di una "lucertola da parcheggio" come vengono chiamate le prostitute che nel west virginia battono le stazioni di servizio.
    pur con passabili recensioni, non sono riuscito a finirlo: senza umorismo, né profondità, né dolore: sembra il racconto di un sonnambulo. € 8 buttati via!
    a mio avviso, ottimo per raddrizzare un tavolo trabballante.
    La morte è una nespola che matura sui nostri giorni di paglia, da \"Che metà basta\" di Giuliano Caron.

  3. #3
    "vendita galline km 5 " aldo busi

    troppo grosso da mettere sotto un tavolo traballante, lo dirotterei verso il camino. illeggibile.pieno di citazioni e riferimenti che se non si conoscono non si capisce veramente nulla...


    "la donna che diventò mio marito" vincenzo mantovani ..ignobile..giustamente ormai fuori catalogo
    questo sotto la gamba di un tavolo ci sta
    dice il saggio...
    son responsabile di quel che dico, non di quello che capisci tu....

  4. #4
    attenzione....
    la donna che diventò mio marito a me è piaciuto.
    non è un capolavoro,ma mi è piaciuto.
    Non l'ho nemmeno prestato.

    p.s.
    in effetti me lo ha regalato l'autore che è invero un gran signore.
    oltre che un traduttore molto bravo.
    ma non ho intenzione di pompare nessuno.... :)

  5. #5
    forse se non lo avessi conosciuto non lo avrei neanche preso in considerazione....
    ma non posso farne a meno.
    ti dirò di più: lo devo ringraziare perchè è lui che ha preso me in considerazione.
    Il che è tutto dire.

  6. #6
    ciao Kaira, ciao Ozio...
    non ho letto "vendita galline km 5" ma trovo che il primo romanzo di aldo busi "seminario sulla gioventù" sia uno dei più bei libri che ho letto almeno di autori italiani. solo credo altri 2-3 autori hanno esordito con un'opera così potente, con una una tale padronanza della scrittura e con una storia così ricca, fresca, commovente e divertente. del resto l'aveva riscritto per 14 anni quel romanzo mentre temo gli altri siano stati meno riveduti e inoltre forse nel primo aveva messo le sue esperienze e i suoi traumi capitali e letterariamente anche più funzionali. è la storia di un bambino (e possiamo ben dire di aldino) più che spericolata per dirla col vasco, in cui la fuga è una costante, scritta da un grande scrittore.
    senza alcuna esitazione: da leggere!
    La morte è una nespola che matura sui nostri giorni di paglia, da \"Che metà basta\" di Giuliano Caron.

  7. #7
    su seminario sulla gioventù concordo pienamente... infatti è dopo aver letto quello che mi son fatta tirare a comprare le galline in vendita........ e non sono riuscita ad andare oltre pag 20...... :(


    ora che mi dici così ozi mi fai venire dei ripensamenti...non sono riuscitaa ad andare oltre pagina 20 neanche dela donna marito, ma ....ero giovane all'epoca di entrambi i llibri, forse è per quello...magari adesso riuscirei...chissà....magari son pesanti all'inizio e poi migliorano....a ben pensarci anche le nebbie di avalon nelle prime pagine è un mattonazzo ma poi diventa bellissimo.....
    vabbè andrò a cercarli in taverna e , ammesso che sia possibile (e ozi sa perchè lo dico) ritrovarli, ci riproverò con tutti e due.... :):)
    dice il saggio...
    son responsabile di quel che dico, non di quello che capisci tu....

  8. #8
    non ti affaticare.....
    so bene cosa rischi di incontrare in taverna, rischi di passare una settimana prima di trovare il libro che cerchi.... :lol:
    non ne vale la pena, tutto sommato.
    ricordati oggi alle 19.

  9. #9
    Citazione Originariamente Scritto da ozioso
    forse se non lo avessi conosciuto non lo avrei neanche preso in considerazione....
    ma non posso farne a meno.
    ti dirò di più: lo devo ringraziare perchè è lui che ha preso me in considerazione.
    Il che è tutto dire.
    Ozio, oltre che stm e altre simili disgrazie noto che abbiamo in comune anche alcuni aspetti del carattere. e dopo credo che non devi temere di pompare un autore o un libro se ti è piaciuto perché prima di arrivare a certi livelli...
    La morte è una nespola che matura sui nostri giorni di paglia, da \"Che metà basta\" di Giuliano Caron.

  10. #10
    ora so di rischiare....perchè questo è famoso ....
    questo sono riuscita ad arrivare alla fine ma l'ho trovato brutto ma poprio brutto...non ne ho capito lo spirito...forse è solo per uomini ? non so.... ma proprio quando l'ho visto tornare in auge dopo anni mi sono chiesta se sono io che ho qualcosa che non va come lettrice..(o forse anche quando ho letto questo ero troppo giovane?...mah)

    il profumo di suskind


    lo userei in bagno nel caso i tir della scottex non arrivassero a breve all'esselunga...
    dice il saggio...
    son responsabile di quel che dico, non di quello che capisci tu....

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •