Risultati da 1 a 3 di 3

Discussione: Ciao a tutti, sono nuovo di ste parti e avrei una domanda.

  1. #1

    Ciao a tutti, sono nuovo di ste parti e avrei una domanda.

    Ciao a tutti, sono nuovo del forum, mi chiamo Giovanni e studio trading da circa 2 anni. Molta teoria e poca pratica per ora, ma spero di poter scendere al più presto in piazza insieme a tutti voi.
    Mi presenterei subito facendovi una domanda sulla diversificazione del portafoglio:
    Mi interessano le azioni, niente forex, obbligazioni o altro per ora.

    La cifra che pensavo potrei destinare al trading in azioni, è di 10.000€. Altro denaro è già al sicuro e anche se dovessi perdere tutti i 10.000€, continuerei a condurre la stessa vita di ora, ma con un giramento di palle in più.
    Quindi 10.000€ li metterei sul conto del broker e poi dovrei diversificare il mio portafoglio ma sempre parlando solo di azioni, per cui:
    Ho letto che un 40% dovrei tenerlo fermo per non azzerare il conto dopo qualche giorno, il restante 60% lo posso utilizzare per prendere posizioni che in base al mio calcolo del rischio saranno più o meno elevate. Pensavo ad un ipotetico 30% su un titolo con un rischio basso, e il restante 30% lo potrei usare su rischi più elevati dividendolo ancora in 2 o 3 parti. Ma così facendo avrei un controvalore di 3000€ nel primo trade, e 1500€ circa negli altri. Una cifra bassissima per poterci guadagnare qualcosa.

    Non è che ho capito male io, e che quando si parla di una diversificazione portafoglio per es. 40% risparmio, e 60% investimenti si intende dire che il 40% si tratta del risparmio totale famigliare al sicuro in banca e il 60% solo investimenti diversificati? La cifra che mettete sul conto broker è interamente utilizzabile per investimenti? e quindi se la doveste esaurire ne potreste tranquillamente versare ancora?

    Grazie a tutti!

  2. #2
    Ciao Giovanni. Quello che ti posso dire io è che se vuoi diversificare il tuo portafoglio, escludendo le obbligazioni è un po' difficile. Nel senso che un 60% lo puoi utilizzare su azionario. E il 40% in risparmio gestito,ad esempio con operazioni su titoli di stato, con rating alti. La divisione del 60% in rischio diciamo, medio/basso e medio/alto potrebbe funzionare, ma è chiaro che molto dipende dalla scelta dei titoli sui quali vuoi investire.

  3. #3
    Quoto a pieno la risposta di Mercury88 e anzi aggiungo che per quanto riguarda le azioni, consiglio di visionare prima dell'azione stessa che si vuole investire, il mercato di riferimento.... Spesso più che l'azione stessa è il mercato di riferimento a fare la differenza, molti mercati sono stagionali e il mio consiglio è quello di prendere visione di questi mercati e studiarli al meglio.

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •