Pagina 1 di 4 1 2 3 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 35

Discussione: TOBIN TAX! 0,2% su tutto! X2 = 0,4% pieno. E Fine del trading.

  1. #1

    TOBIN TAX! 0,2% su tutto! X2 = 0,4% pieno. E Fine del trading.

    Tobin Tax: problemi in Legge di Stabilit 2012-013 - BusinessOnLine.it

    tassa 0,2% acquisto + 0,2% vendita = 0,4% pieno su transazione completata

    10 operazioni complete = -4% di capitale bruciato in tassa

    Prima di chiudere il Governo Monti ci da la mazzata di Buon Anno finale. Spinto dal PD!

  2. #2
    Già il trading è rischioso...

    ci aggiungete il 20% dal 12,5% cui è stata elevata la tassa sui capital gain per cui se e dico SE riesci a portare a casa un guadagno 1/6 va allo Stato.

    ogni 10 operazioni ti sei bruciato il 4% di capitale anche se sei andato in perdita perchè colpisce tutto...

    risultato...

    vogliono che i trader si brucino tutto in tasse?

    Ma non ci penso neanche a dargli un euro ...

    se le comprano loro le loro azioni... e i loro deposito titoli...

  3. #3
    100 operazioni ti bruciano il 40% di capitale...

    pensano che siamo scemi a ridurci in povertà?

    Ma siamo veramente scemi?

    In Francia dall'introduzione -30% di volumi quindi molti hanno detto ciao...

  4. #4
    Citazione Originariamente Scritto da BigAsk Visualizza Messaggio
    100 operazioni ti bruciano il 40% di capitale...

    pensano che siamo scemi a ridurci in povertà?

    Ma siamo veramente scemi?

    In Francia dall'introduzione -30% di volumi quindi molti hanno detto ciao...
    Be' al momento sulla T;TAX C'è solo un gran casino, nessuno sa ancora nulla, nemmeno le banche (ho telefonato venerdì per ottenere maggiori informazioni) si parla di rimandare tutto a dopo le imminenti elezioni, e se non sbaglio la TT dovrebbe entrare in vigore tra soli 20 giorni. Come si fa ad operare in borsa se nessuno sa ancora se, quanto e quando dovrà pagare questa fantomatica tassa? Io penso che le uniche notizie certe provengono dalla voce del governo (e non da qualche rumors in rete) quindi forse sarebbe meglio ottenere informazioni più precise e da fonti "cosiddette sicure" prima di postarle nel forum a meno che tu non sia il figlio segreto di Monti, be' in quel caso......

  5. #5
    Nessun "solo dopo elezioni".... è nella legge di stabilità e il PDL ha già detto che la voterà.

  6. #6
    Citazione Originariamente Scritto da BigAsk Visualizza Messaggio
    Nessun "solo dopo elezioni".... è nella legge di stabilità e il PDL ha già detto che la voterà.
    Ok perfetto amico mio, ecco il Decreto della legge di stabilità scaricato da internet.....
    http://www.altalex.com/index.php?idnot=19440

    Per evitare di fartelo leggere tutto ti riporto la parte più interessante.

    18. La compravendita di azioni, e altri strumenti finanziari partecipativi emessi da società residenti nel territorio dello Stato è soggetta ad imposta di bollo con l'aliquota dello 0,05 per cento sul valore della transazione. L'imposta è dovuta anche se la compravendita avviene al di fuori del territorio dello Stato, sempre che una delle controparti sia residente nel territorio dello stesso. Sono escluse dall'imposta le operazioni di emissione e di annullamento dei titoli azionari e dei predetti strumenti finanziari.

    19. Le operazioni su strumenti finanziari derivati di cui all'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, diverse da quelle su titoli di Stato di Paesi appartenenti all'Unione Europea e aderenti all'accordo sullo Spazio economico europeo che consentono un adeguato scambio di informazioni, in cui una delle controparti sia residente in Italia, sono soggette, al momento della conclusione, ad imposta di bollo con l'aliquota dello 0,05 per cento sul valore nozionale di riferimento del contratto.

    Quindi non parla di 0.2% come hai potuto notare....La verità sta dunque nel mezzo?

  7. #7
    Citazione Originariamente Scritto da killers Visualizza Messaggio
    Ok perfetto amico mio, ecco il Decreto della legge di stabilità scaricato da internet.....
    http://www.altalex.com/index.php?idnot=19440

    Per evitare di fartelo leggere tutto ti riporto la parte più interessante.

    18. La compravendita di azioni, e altri strumenti finanziari partecipativi emessi da società residenti nel territorio dello Stato è soggetta ad imposta di bollo con l'aliquota dello 0,05 per cento sul valore della transazione. L'imposta è dovuta anche se la compravendita avviene al di fuori del territorio dello Stato, sempre che una delle controparti sia residente nel territorio dello stesso. Sono escluse dall'imposta le operazioni di emissione e di annullamento dei titoli azionari e dei predetti strumenti finanziari.

    19. Le operazioni su strumenti finanziari derivati di cui all'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, diverse da quelle su titoli di Stato di Paesi appartenenti all'Unione Europea e aderenti all'accordo sullo Spazio economico europeo che consentono un adeguato scambio di informazioni, in cui una delle controparti sia residente in Italia, sono soggette, al momento della conclusione, ad imposta di bollo con l'aliquota dello 0,05 per cento sul valore nozionale di riferimento del contratto.

    Quindi non parla di 0.2% come hai potuto notare....La verità sta dunque nel mezzo?
    Allora non sei al corrente della situazione. Questo documento con la tassa allo 0,05% di cui siamo a conoscenza tutti al Senato è in programma per essere cambiata e le news fanno sapere che è la tipologia Francese (0,2% vendita+ 0,2% acquisto) con qualche modifica che è stata presa in considerazione. Il PD la vuole France-style... siccome discutono un membro del PD ed un del PDL al lavoro per la modifica... purtroppo siamo nelle mani di quello del PDL... Te capì?

  8. #8
    Citazione Originariamente Scritto da BigAsk Visualizza Messaggio
    Allora non sei al corrente della situazione. Questo documento con la tassa allo 0,05% di cui siamo a conoscenza tutti al Senato è in programma per essere cambiata e le news fanno sapere che è la tipologia Francese (0,2% vendita+ 0,2% acquisto) con qualche modifica che è stata presa in considerazione. Il PD la vuole France-style... siccome discutono un membro del PD ed un del PDL al lavoro per la modifica... purtroppo siamo nelle mani di quello del PDL... Te capì?
    Perfetto, ma se il governo è praticamente caduto chi ha interesse a modificare solo quella norma? I nostri politici non sono riusciti a cambiare la legge elettorale in 5 anni figurati se riescono a cambiare quella norma in 15 giorni!!!! E poi in Francia lo 0.2% non è su tutto, ma solo sui titoli con capitalizzazione oltre il miliardo e sui derivati non vi è alcuna T.TAX e quindi se è così smetto di comprare azioni e continuo a lavorare sui futures....
    Sai per caso a cosa si riferisce il valore nozionale in un derivato? Grazie

  9. #9
    Citazione Originariamente Scritto da killers Visualizza Messaggio
    Perfetto, ma se il governo è praticamente caduto chi ha interesse a modificare solo quella norma? I nostri politici non sono riusciti a cambiare la legge elettorale in 5 anni figurati se riescono a cambiare quella norma in 15 giorni!!!! E poi in Francia lo 0.2% non è su tutto, ma solo sui titoli con capitalizzazione oltre il miliardo e sui derivati non vi è alcuna T.TAX e quindi se è così smetto di comprare azioni e continuo a lavorare sui futures....
    Sai per caso a cosa si riferisce il valore nozionale in un derivato? Grazie
    05 DICEMBRE 2012, ORE 09:14
    Il dibattito sulla Tobin Tax sta diventando sempre più serrato. Secondo alcune indiscrezioni pubblicate dall’edizione odierna del Corsera sulla tassazione sulle transazioni finanziarie è in corso un duro confronto tra chi come l’Associazione Bancaria Italiana vorrebbe un’esenzione per obbligazioni e derivati e un recupero del mancato gettito attraverso un incremento delle tasse sugli scambi azionari e chi invece punta a eliminare la sola tassazione sui derivati che è stata introdotta da un ordine del giorno firmato a Pd.
    Al di là di questa differenza di vedute sulla Tobin Tax, l’orientamento che starebbe emergendo è quello di procedere a una introduzione del cosiddetto modello francese che prevede un’aliquota dello 0,2% su derivati e scambi azionari. A essere colpite dovrebbero essere le società con sede in Italia e una capitalizzazione pari ad almeno un mld. Non ci vuole la sfera di cristallo per capire che un simile provvedimenti, proposto proprio in questi termini, sarebbe un altro duro colpo alla già moribonda Borsa Italiana
    ...

    http://www.investireoggi.it/finanza/...#ixzz2Ec67h27I

  10. #10
    Citazione Originariamente Scritto da killers Visualizza Messaggio
    ..Sai per caso a cosa si riferisce il valore nozionale in un derivato? Grazie
    è il valore del contratto, cioè punti indice moltiplicato per valore del punto. nel minifib 1 punto vale 1 euro, nel fib un punto vale 5 euro

    nel minifib se l'indice quota 15000 punti = 15000 X 1 euro, nel fib = 15000 X 5 euro
    nelle opzioni sull'indice il punto vale 2,5 euro. Quindi se prezzo di esercizio è 15000 = 15000 X 2,5 euro

    Il trading sui futures e le opzioni è morto e sepolto. Diciamo che tra commissioni bancarie, tasse e spread hai il 98% di probabilità di perdere
    Não podemos dirigir o vento... Mas podemos ajustar as velas.

Tag per Questa Discussione

Segnalibri

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •