View RSS Feed

Paolo_

Andamento del prezzo del petrolio negli ultimi anni

Rate this Entry
Negli ultimi anni il prezzo del petrolio ha mostrato un'alta volatilità. Sia che si voglia considerare il Brent o il West Texas Intermediate come benchmark, la quotazione del greggio ha subito sbalzi evidenti variando da 28 a 140 dollari nel giro di 7 anni. Uno shock simile è stato registrato solo durante le crisi petrolifere degli anni 70 e 80.
Ma cosa ha provocato questa alta volatilità durante gli anni? La letteratura cerca costantemente di studiare l'andamento del prezzo del petrolio dati i suoi alti volumi e la sua importanza in questa era come fonte di energia nella nostra vita quotidiana. Alcuni elementi che ne influenzano l'andamento sono chiari ma ancora molto deve essere detto e scoperto per riuscire a prevederne il prezzo a breve o lungo termine. Va infatti segnalato che durante alcuni picchi o crisi le previsioni di analisti ed economisti sono delle più disparate e molti rimangono spiazzati durante picchi di prezzo in un verso o nell'altro.
Il fatto che le condizioni geopolitiche giochino un ruolo fondamentale è assodato e ciò ne rende difficile le previsioni: è infatti difficile prevedere cosa verrà detto alla prossima riunione dell'OPEC, quando verrà iniziata una nuova guerra in un nuovo Paese produttore e così via.
Si può solo restare all'erta per nuovi segnali provenienti dalle agenzie di stampa internazionali.

Tuttavia il prezzo del petrolio è restato costante da fine anni 80 agli ultimi anni 90 nell'ordine dei 25 dollari al barile. A partire dal 2005 è cominciata una esplosione del prezzo che ha portato dai 40-50 dollari ai 140 dollari nel 2008, un aumento del 300%. L'arrivo della crisi, la diminuzione dei consumi, le politiche di incentivazione per le energie alternative hanno fatto scendere il prezzo in 6 mesi a 35 dollari.
Un periodo di alta volatilità ha continuato con guerre in Paesi produttori (Libia 2011, Iraq mai finita) facendo oscillare il prezzo prima oltre i 100 dollari per poi ridiscendere dal 2015 sotto i 50 dollari.

Attualmente il prezzo si aggira sui 44-45 dollari ma ha ancora un'alta volatilità specialmente in termini percentuali, trovandosi a livelli da molti considerati bassi. E ciò nonostante i miglioramenti sulla tecnologia esplorativa e le nuove risorse di petrolio trovate dall'inizio del millennio. Per ora la Svezia ha deciso di abbandonare il petrolio e sarà la prima nazione a vivere senza combustibili fossili che verranno gradatamente abbandonati per arrivare al 100% di rinnovabili.
Il tempo dirà se questo esempio verrà seguito da molti altri Paesi.

Submit "Andamento del prezzo del petrolio negli ultimi anni" to Digg Submit "Andamento del prezzo del petrolio negli ultimi anni" to del.icio.us Submit "Andamento del prezzo del petrolio negli ultimi anni" to StumbleUpon Submit "Andamento del prezzo del petrolio negli ultimi anni" to Google

Updated 08-10-18 at 19:02 by Paolo_

Categorie
Petrolio

Comments

  1. L'avatar di alex80-b
    La crisi del petrolio è assolutamente evidente, considerando anche le recenti fluttuazioni che ci sono state. C'è però da dire che il Brent continua ad andare per la sua strada, strettamente correlato al cambio USD, senza paricolari riguardi alle altre valute.
    Solita storia insomma, solo che la quotazione del petrolio continua ad oscillare in maniera imprevedibile, finche i paesi OPEC non decideranno di mettersi a tavolino e decidere il da farsi.
    Quindi direi che la miglior cosa per ora è osservare, non ho aperto posizioni sul brent, troppo caos in questo periodo.