Notizie Notizie Italia Prima Industrie si prepara a lasciare Piazza Affari: Femto rileva 50,1%, Opa da 25 euro poi delisting

Prima Industrie si prepara a lasciare Piazza Affari: Femto rileva 50,1%, Opa da 25 euro poi delisting

È stata ribattezzata da alcuni come “la calda estate dei delisting” dopo gli annunci di alcune big quotate che si preparano a lasciare Piazza Affari. È il caso di Tod’s ma anche di Exor che ha già debuttato ufficialmente sull’Euronext Amsterdam e ha depositato presso Borsa Italiana la richiesta di delisting delle proprie azioni ordinarie da Euronext Milan (processo che durerà non meno di 45 giorni di calendario dalla presentazione della richiesta). Ed è di oggi la notizia che un altro nome storico di Piazza Affari potrebbe presto lasciare Palazzo Mezzanotte. Si tratta di Prima Industrie, sbarcata sulla Borsa di Milano nel 1999.

I dettagli dell’operazione

Femto Technologies, società il cui capitale sociale fa capo indirettamente ai fondi Alpha Private Equity e Peninsula, ha sottoscritto lo scorso 17 agosto con, rispettivamente, Erste International, Gianfranco Carbonato, Franca Gagliardi, Domenico Peiretti, Davide Peiretti, dP-Cube, Joseph Lee Sou Leung, J and Lem Limited e World Leader Limited separati contratti di compravendita per l’acquisto di una partecipazione complessiva pari al 50,1% dei diritti di voto di Prima Industrie. A seguito del closing, sarà promossa un’Opa obbligatoria totalitaria sulle azioni della società al prezzo di 25 euro per ciascuna azione.

“Più specificamente, i distinti contratti di compravendita prevedono che l’acquirente acquisti, al prezzo di 25 euro per ciascuna azione, complessivamente 5.167.861 azioni ordinarie della società, per un corrispettivo complessivo pari a 129.196.525 milioni circa”, si legge nel comunicato nel quale si precisa che alcuni venditori reinvestiranno indirettamente nella società e rimarranno azionisti di minoranza. Si prevede che le condizioni sospensive possano avverarsi entro novembre 2022 e che il closing delle compravendite possa avvenire nelle settimane successive. “L’operazione nel suo complesso e l’Opa Obbligatoria sono finalizzate al delisting delle azioni di Prima Industrie dall’Euronext Star Milan, segmento di Euronext Milan”, precisa una nota.

A Piazza Affari il titolo Prima Industrie corre di oltre il 9% e si avvicina al prezzo dell’Opa, scambiando in area 24,40 euro.

Chi è Prima Industrie
Prima Industrie è alla guida di un gruppo attivo su scala mondiale nello sviluppo, produzione e commercializzazione di sistemi laser per applicazioni industriali e macchine per la lavorazione della lamiera, oltre ad elettronica industriale, sorgenti laser e soluzioni per l’additive manufacturing. Con la capogruppo Prima Industrie che è quotata alla Borsa Italiana dal 1999, sul segmento Star. Con oltre 40 anni di esperienza, il gruppo ha circa 14.000 macchine installate in più di 80 Paesi ed è fra i primi costruttori mondiali nel proprio mercato di riferimento. Inoltre, conta circa 1700 dipendenti, ha stabilimenti produttivi in Italia, Finlandia, Stati Uniti e Cina e si avvale di una presenza diretta commerciale e di after-sale in tutto il mondo.