Notizie Notizie Italia Fincantieri sprofonda a Piazza Affari, Macron vuole rivedere l’accordo sulla vendita di Stx

Fincantieri sprofonda a Piazza Affari, Macron vuole rivedere l’accordo sulla vendita di Stx

Fincantieri

Sembrava fatta e invece il cambio al vertice dell’Eliseo ha riaperto le trattative con Fincantieri per l’acquisizione dei cantieri navali di Stx France. Il neo presidente Emmanuel Macron si è messo in mezzo, facendo sapere di voler rivedere l’accordo concluso appena due settimane fa, in particolare sul fronte delle quote di capitale. Una doccia fredda per Fincantieri, che questa mattina in una seduta intonata al rialzo a Piazza Affari sprofonda, segnando un calo di oltre 3 punti percentuali.

Macron ha fatto sapere che nelle prossime settimane il ministro dell’Economia francese, Bruno Le Maire, andrà a negoziare un nuovo azionariato per Stx France. La revisione, che riguarderà le quote azionarie, è dettata dalla volontà di garantire i livelli occupazionali e non perdere la nazionalità di Stx France.
Soltanto lo scorso 19 maggio Fincantieri aveva siglato con il governo francese un accordo per acquistare i cantieri navali di Saint-Nazaire in Bretagna all’azionista Stx Europa per 79,5 milioni di euro. Secondo l’accordo, il costruttore italiano avrebbe detenuto il 48% del capitale, mentre fondazione Cassa di Risparmio di Trieste avrebbe preso circa l’8% e il resto del capitale sarebbe stato suddiviso tra lo Stato francese (33%) e la società pubblica militare francese Dcns (al 12% circa).

Questo schema però inquieta i sindacati francesi, che temono un cambio di rotta nel prossimo futuro visto che Fincantieri avrebbe una posizione dominante nell’azionariato insieme a Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste, considerata solo un prestanome. Al posto dell’ente triestino Macron vorrebbe dunque che entrassero MSC e Royal Caribbean (compagnie crocieristiche clienti dei cantieri di Saint-Nazaire) con circa il 10% del capitale. Macron ha già anticipato la questione al premier italiano Paolo Gentiloni. Tuttavia, ieri sera il ministro per lo sviluppo economico Carlo Calenda si è detto certo che verrà trovata una soluzione per mandare definitivamente in porto l’operazione. Lo Stato francese ha 60 giorni di tempo dalla firma per rivedere l’accordo.

Fincantieri era stato il solo candidato ad aver depositato una offerta per acquistare il 66,66% di Stx France, filiale del gruppo sudcoreano in difficoltà STX Offshore and Shipbuilding. I cantieri di Saint-Nazaire, che contano 2.600 lavoratori, detengono un portafoglio ordini di 12 miliardi di euro, con delle commesse fino al 2026.