Notizie Notizie Mondo Elon Musk scatena la rabbia dell’Ucraina. ‘Kiev ceda la Crimea alla Russia per sempre’

Elon Musk scatena la rabbia dell’Ucraina. ‘Kiev ceda la Crimea alla Russia per sempre’

Guerra Russia-Ucraina, ora il ceo e fondatore di Tesla, Elon Musk, fa l’opinionista e propone un piano per la pace, scatenando l’ira degli ucraini.

Qualcuno dirà che l’eccentrico manager americano, noto per le sue gaffe e i suoi messaggi spesso deliranti postati su Twitter, ha perso un’altra occasione per tacere.

Nel presentare il suo piano di pace, Musk ha lanciato un appello agli ucraini affinché trattino con Mosca per porre fine alla guerra, rassegnandosi a cedere la Crimea (annessa alla Russia nel 2014 con un referendum non riconosciuto dalla comunità internazionale) per sempre.

L’AD di Tesla non si è fermato qui, lanciando su Twitter un sondaggio, con cui ha chiesto ai cittadini delle aree occupate dai russi nell’area orientale dell’Ucraina, le stesse che sono state annesse alla Russia con i recenti referendum farsa-illegali, e ai cittadini anche della Crimea, se vogliano vivere in Russia o in Ucraina.

“Let’s try this then: the will of the people who live in the Donbas & Crimea (Donbass e Crimea) should decide whether they’re part of Russia or Ukraine”: una frase che si è scontrata subito con la rabbia di diversi ucraini, che hanno risposto chi in modo gelido chi faticando a contenere la propria rabbia. “Crimea is Ukraine. Donetsk is Ukraine. Luhansk is Ukraine”, ha risposto il Parlamento dell’Ucraina.

Ovvero: “La Crimea è l’Ucraina. Donetsk è Ucraina. Luhansk è Ucraina”.

E non poteva finire qui, visto che Elon Musk ha auspicato che nuovi referendum vengano indetti sotto la supervisione delle Nazioni Unite.

Tra le altre cose, Musk ha detto di ritenere che la Crimea dovrebbe fare parte della Russia in modo formale. In generale, a suo avviso l’Ucraina dovrebbe “rimanere neutrale”.

La reazione dell’Ucraina non si è fatta attendere. Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy ha risposto allo stesso sondaggio, chiedendo agli interpellati se preferiscano un Elon Musk che sostenga l’Ucraina oppure un Elon Musk che sostenga la Russia.

L’ambasciatore ucraino in Germania uscente, Andrij MNelnyk, ha risposto al tweet di Musk in modo decisamente meno diplomatico:

F— off is my very diplomatic reply to you. L’unico risultato di tutto questo è che non ci sarà un ucraino che acquisterà MAI quel tuo rottame Tesla. Dunque, buona fortuna”.

Una mossa decisamente azzardata, quella di Elon Musk, che con questo tweet si è inimicato non pochi ucraini, grati fino all’altro giorno nei suoi confronti, visto che proprio Starlink, il  sistema di comunicazione satellitare prodotto dalla SpaceX, la società aerospaziale che fa capo a Musk, ha permesso agli ucraini, in primis all’esercito, di continuare ad avere una connessione a Internet.

Tra gli altri tweet di Elon Musk il seguente:

La Russia è ricorsa alla mobilitazione parziale. Se la Crimea sarà a rischio, deciderà di lanciare una mobilitazione totale. Le morti di entrambe le parti sarebbero devastanti. La Russia ha una popolazione tre volte tanto quella dell’Ucraina; di conseguenza, una vittoria dell’Ucraina è improbabile in caso di guerra totale. Se avete a cuore la gente dell’Ucraina, cercate la pace”.

In questo caso Anastasiia Alekseienko 🇺🇦 @lllemonworld ha così risposto:

Se ti importa della gente in Ucraina e (del mondo intero), aiuta l’Ucraina a vincere. Perchè se la Russia vince, l’Europa sarà la prossima.

LEGGI ANCHE

Elon Musk vuole comprarsi il Manchester United, anzi no, è una battuta. Difficile che la SEC rida

C’è chi fa voli molto più brevi di quello da 17 minuti di Kylie Jenner, si chiama Elon Musk e la sua sostenibilità scricchiola sempre più

“Truffa per lucro e divertimento”, investitore chiede maxi risarcimento a Musk. Ecco cosa contesta a Mr Tesla

Chi gestisce la ricchezza (e i capricci) di Elon Musk?

Elon Musk fa una previsione da incubo per l’Italia replicando su Twitter a un utente italiano