Notizie Notizie Italia Borse toniche, S&P 500 ha già recuperato 8% dai minimi. I titoli da seguire oggi sul Ftse Mib

Borse toniche, S&P 500 ha già recuperato 8% dai minimi. I titoli da seguire oggi sul Ftse Mib

Si conferma la fase di risalita dei mercati. L‘S&P 500 ha recuperato quasi l’8% rispetto ai minimi di inizio mese. Ad aiutare il rally è il riprezzamento circa il ciclo di inasprimento da parte delle banche centrali, con alcune curve del mercato monetario che in pochi giorni hanno visto rientrare le aspettative di rialzo dei tassi. Fed & co sono quindi attese muoversi con meno virulenza per contrastare l’inflazione in quanto le paure di una recessione stanno aumentando.

Il Ftse Mib, reduce dal balzo di venerdì, segna stamattina +0,8% in area 22.300 punti. L’indice guida milanese ha interrotto una serie di 3 settimane negative consecutive con i mercati azionari in generale che hanno risollevato la testa. 

“L’impennata di venerdì nei mercati statunitensi ed europei sembra essere stata guidata da una combinazione di caccia alle occasioni e alcune speranze che il ritmo degli aumenti dei tassi statunitensi possa rallentare in una certa misura – spiegano gli esperti di IG – . Tuttavia, mentre potrebbe esserci ancora qualche ulteriore rialzo per le azioni, le prospettive più generali di inflazione elevata e tassi in aumento sembrano indicare una continuazione del rallentamento sia della crescita economica che degli utili, suggerendo che le vendite non sono ancora terminate nel medio periodo”.

In Asia oggi l’Hang Seng ha toccato il livello più alto in quasi tre mesi. Il sentiment è stato rafforzato dalle notizie da Shanghai, dove le autorità hanno dichiarato la vittoria sulla recente ondata di Covid.

Intanto dal G7 in Germania il presidente statunitense Joe Biden ha parlato di un piano globale da 600 mld di dollari da qui al 2027 per infrastrutture. Gli Usa contribuiranno con 200 miliardi di dollari.

Intesa festeggia il via libera al buyback

Spicca oggi il rally prepotente di Intesa Sanpaolo che segna +3,6% in area 1,95 euro. L’assist arriva dalla Bce che ha dato il via libera al piano di buyback da 3,4 miliardi di euro. La banca guidata da Carlo Messina partirà con un programma iniziale per l’acquisto per massimi 1,7 miliardi di euro; entro l’approvazione dei risultati al 31 dicembre 2022 verrà presa una decisione sull’esecuzione per il restante ammontare autorizzato. Il programma di acquisto azioni proprie partirà il 4 luglio con la previsione di concludersi entro la fine di ottobre 2022.

“La decisione del cda di Intesa di dare immediata esecuzione al buyback per un ammontare pari alla metà di quello autorizzato denota a nostro avviso un atteggiamento prudente in uno scenario altamente incerto, finalizzato a mantenere maggiore flessibilità nella gestione operativa e del capitale”, spiegano gli analisti di Equita.

Tra le banche riflettori anche su Bper (+0,36%) che venerdì ha incassato la promozione dall’agenzia di rating Moody’s che ha migliorato tutti i rating della banca con outlook passato a stabile da positivo. Moody’s sottolinea il limitato impatto in termini di capitale dell’acquisizione di Banca Carige e di come le sinergie attese dalle recenti acquisizioni potranno contribuire a mitigare gli effetti del deterioramento economico derivanti dal conflitto armato in Ucraina e dalle pressioni inflazionistiche.

Si segnala Moncler (+3,5% a 41,09 euro) che è stata promossa da HSBC che ha alzato la raccomandazione a buy.

Anche oggi riflettori su Saipem, reduce da tre sedute di forti cali a seguito dell’annuncio delle condizioni dell’aumento di capitale da 2 miliardi di euro al via oggi.