Quotazioni

Caricamento in corso...
add page add page

Quotazioni Ubs Bl Bar Usd Em Sov Ucits Etf Eu Hedg

Opzioni avanzate
Ubs Bl Bar Usd Em Sov Ucits Etf Eu Hedg

Quotazioni Ubs Bl Bar Usd Em Sov Ucits Etf Eu Hedg

  • Ultimo Prezzo
  •  12,4100
  • Variazione %
  • 0,16%
  • Prezzo Denaro
  • 12,3850
  • Prezzo Lettera
  • 12,4150
  • Prezzo di apertura
  •  12,4100
  • Min giornata
  • 12,3850
  • Max giornata
  • 12,4150
  • Prezzo ufficiale
  •  12,4071- 2017/09/25
  • Fase di mercato
  •  INI
  • Q.tà Denaro
  • 1.324
  • Q.tà Lettera
  • 3.006
  • Volume scambiato
  • 2.575
  • Variazione punti
  •  0,02
  • Numero scambi
  • 5
  • Vol. scamb. media gg
  •  4.969
  • Controval. scambiato €
  •  31.000

Informazioni sul titolo

  • Mercato
  • ETF Plus
  • Segmento
  • ETF-ETC
  • ISIN
  • LU1324516308
  • Simbolo
  • SBEME
  • Benchmark
  • Bloomberg Barc. Em $ Sov.&ag. 3% Country Cap.nettr
  • Nota Benchmark
  • Titoli di Stato Emergenti
  • Divisa Emissione
  • EUR
  • Emittente
  • Ubs Etf
  • Obblighi quotazioni
  • 16.500
  • Obblighi di quotazione (Max Spread)
  • 2,000
  • Commissioni Gestione
  • 0,47
  • Lotto
  • 1

Scheda tecnica Ubs Bl Bar Usd Em Sov Ucits Etf Eu Hedg

Descrizione
L'UBS ETF – Barclays USD Emerging Markets Sovereign UCITS ETF (hedged to EUR) A-acc permette di investire su bond governativi emergenti con copertura dal rischio cambio. L'investimento è concentrato in strumenti di debito denominati in dollari statunitensi emessi da entità sovrane e quasi sovrane di paesi emergenti. L’universo investibile è costituito da obbligazioni a tasso fisso e variabile. L'Etf prevede l'accumulazione dei dividendi.
Sintesi
L'UBS Barclays USD Emerging Markets Sovereign UCITS ETF (hedged to EUR) A-acc permette di investire su bond governativi emergenti con copertura dal rischio cambio.
Indice sottostante
Il Barclays Emerging Markets USD Sovereign & Agency 3% Country Capped Index hedged to EUR, composto da oltre 240 obbligazioni espresse in dollari, con un ammontare minimo di 500 milioni di dollari. L’indice presenta un cap, fissato al 3%, al peso di ogni singolo Paese, studiato per offrire un’ampia diversificazione.
Strategia
L’investimento in questo ETF è indicato a coloro che intendono diversificare il proprio portafoglio inserendo obbligazioni dei Paesi emergenti ricercando copertura valutaria. L’investimento risulterà premiante se effettuato in una fase caratterizzata da espansione monetaria, con tassi di interesse calanti e con un tasso di inflazione contenuto. L’investimento risulta quindi poco adatto nei momenti di rafforzamento del clima economico internazionale quando si potrebbero verificare ritocchi ai tassi di riferimento.
Fattori di rischio
L’investimento in questo Etf non espone l’investitore europeo in maniera diretta alla oscillazione del cambio euro-dollaro poichè è previsto un meccanismo di copertura valutaria. Fondamentale prima di effettuare l’acquisto di questo Etf è una corretta analisi delle aspettative sulle dinamiche dei tassi di interesse. Eventuali rialzi dei tassi di riferimento potrebbero avere significative ripercussioni sul valore dei prezzi delle obbligazioni e di conseguenza sul rendimento complessivo dell’EFT.

Performance del titolo

  • 1 Mese
  • 0,32
  • 3 Mesi
  • 1,60
  • 6 Mesi
  • 3,81
  • 12 Mesi
  • 2,65
  • Max 52 week - Data
  • 12,50 - 08/09/2017
  • Min 52 week - Data
  • 11,53 - 02/01/2017

Ultime dal blog

  • Oggi, 15:31 - dream-theater

    DOLLAR INDEX: occhio al Punto G

    Sembra proprio che il Dollaro USA abbia voglia di rivincita. Ma andiamoci cauti, purtroppo le certezze in questo periodo sono veramente poche e può succedere tutto il contrario di

  • Oggi, 12:45 - galbuserafinanzaonline

    Spesometro in Tilt: Proroga fino al 5 Ottobre !

    La scadenza per presentare gli adempimenti fiscali per il cosiddetto Spesometro, fissata al 28 settembre, è stata spostata al 5 ottobre. Lo annuncia l'Agenzia delle Entrate, spiegando che saranno

  • Oggi, 10:27 - mazzalai

    LA MINA NASCOSTA DEI TARGET 2

    Ve lo ricordate Mario Draghi all'inizio dell'anno quando cercava di dimostrare che i saldi target 2, il pesante passivo del nostro Paese, non era imputabile ad una fuga di