Quotazioni

Caricamento in corso...
add page add page

Quotazioni Db X-tra Msci Wld Energy Ucits Etf Dr

Opzioni avanzate
Db X-Tra Msci Wld Energy Ucits Etf Dr

Quotazioni Db X-tra Msci Wld Energy Ucits Etf Dr

  • Ultimo Prezzo
  •  0,0000
  • Variazione %
  • 0,00%
  • Prezzo Denaro
  • 27,0450
  • Prezzo Lettera
  • 27,1200
  • Prezzo di apertura
  •  0,0000
  • Min giornata
  • 0,0000
  • Max giornata
  • 0,0000
  • Prezzo ufficiale
  •  26,6920- 2017/09/25
  • Fase di mercato
  •  NEG
  • Q.tà Denaro
  • 671
  • Q.tà Lettera
  • 15.004
  • Volume scambiato
  • 0
  • Variazione punti
  •  n.d.
  • Numero scambi
  • 0
  • Vol. scamb. media gg
  •  1.899
  • Controval. scambiato €
  •  0

Informazioni sul titolo

  • Mercato
  • ETF Plus
  • Segmento
  • ETF-ETC
  • ISIN
  • IE00BM67HM91
  • Simbolo
  • XDW0
  • Benchmark
  • Msci World Energy Index Net Tr $
  • Nota Benchmark
  • Azionari Sviluppati
  • Divisa Emissione
  • EUR
  • Emittente
  • Concept Fund Solutions
  • Obblighi quotazioni
  • 3.900
  • Obblighi di quotazione (Max Spread)
  • 2,500
  • Commissioni Gestione
  • n.d.
  • Lotto
  • 1

Scheda tecnica Db X-Tra Msci Wld Energy Ucits Etf Dr

Descrizione
L'obiettivo del Db X-Trackers Msci World Energy Ucits ETF DR è di replicare il più esattamente possibile l’andamento dell’indice Msci World Energy, denominato in euro. Questo Etf consente di ottenere un'esposizione a circa 100 titoli del settore energetico a livello mondiale. E' prevista la replica diretta del sottostante.
Sintesi
Questo ETF è destinato a un investitore che cerca una valorizzazione del suo capitale sul lungo termine, che vuole esporsi ai mercati azionari dei paesi sviluppati del settore dell'energia, offrendo al contempo delle possibilità di arbitraggio a breve termine.
Indice sottostante
L’indice Msci World Energy, denominato in dollari Usa e controvalorizzato in euro, è un indice azionario: le azioni che rientrano nella composizione dell’indice fanno parte dell’universo dei titoli più importanti dei mercati azionari dei paesi sviluppati appartenenti al settore dell'energia. L'indice è infine di tipo total return net, quindi i dividendi netti vengono reinvestiti.
Strategia
Questo Etf replica le evoluzioni della performance dell'indice Msci World Energy e dunque permette di avere un'esposizione sull'azionario del settore energetico a livello globale. Lo strumento offre una elevata diversificazione geografica, in quanto comprende le maggiori società dei Paesi sviluppati. E' prevista la replica diretta del sottostante.
Fattori di rischio
Questo ETF è esposto al 100% al rischio azionario, cioè ai rischi di mercato legati alle evoluzioni delle azioni che compongono l'indice sottostante. Inoltre, l'Etf presenta un rischio di cambio risultante dall’evoluzione delle valute di riferimento delle azioni che compongono l’indice, e in particolare le seguenti valute: il dollaro australiano (AUD), il dollaro canadese (CAD), il franco svizzero (CHF), la corona danese (DKK), la sterlina (GBP), il dollaro di Hong Kong (HKD), lo yen giapponese (JPY), la corona norvegese (NOK), il dollaro neozelandese (NZD), la corona svedese (SEK), il dollaro di Singapore (SGD) e
il dollaro americano (USD).

Performance del titolo

  • 1 Mese
  • 8,58
  • 3 Mesi
  • 3,44
  • 6 Mesi
  • -4,31
  • 12 Mesi
  • 2,75
  • Max 52 week - Data
  • 31,69 - 09/01/2017
  • Min 52 week - Data
  • 24,40 - 30/08/2017

Ultime dal blog

  • Oggi, 15:31 - dream-theater

    DOLLAR INDEX: occhio al Punto G

    Sembra proprio che il Dollaro USA abbia voglia di rivincita. Ma andiamoci cauti, purtroppo le certezze in questo periodo sono veramente poche e può succedere tutto il contrario di

  • Oggi, 12:45 - galbuserafinanzaonline

    Spesometro in Tilt: Proroga fino al 5 Ottobre !

    La scadenza per presentare gli adempimenti fiscali per il cosiddetto Spesometro, fissata al 28 settembre, è stata spostata al 5 ottobre. Lo annuncia l'Agenzia delle Entrate, spiegando che saranno

  • Oggi, 10:27 - mazzalai

    LA MINA NASCOSTA DEI TARGET 2

    Ve lo ricordate Mario Draghi all'inizio dell'anno quando cercava di dimostrare che i saldi target 2, il pesante passivo del nostro Paese, non era imputabile ad una fuga di