Quotazioni

Caricamento in corso...
05/01/2017 16:25:28 Archivio analisi

Fincantieri: il deal con Stx France è accrescitivo di valore

IL FATTO

Lunedì 2 gennaio il tribunale di Seul ha aperto la busta contenente l’unica offerta presentata per l’acquisto del 66,6% del capitale della società francese Stx France, che controlla i cantieri navali di Saint-Nazaire. Si tratta dell’offerta del gruppo italiano Fincantieri.
A Saint-Nazaire sono state costruite la mastodontica nave da crociera Queen Mary II e alcune delle più recenti portaerei francesi e russe. Lo Stato francese ha una quota del 33% nella società.
Non sono noti i dettagli finanziari del deal, ma da indiscrezioni di stampa l’offerta fatta da Fincantieri potrebbe essere compresa fra i 100 e i 200 milioni di euro. Rimane ora l’ostacolo dell’approvazione da parte delle autorità francesi, sebbene nei giorni scorsi gli esponenti del governo si siano dichiarati favorevoli ad un’integrazione con un partner industriale di primo livello quale è il gruppo italiano.
Ciò che frena lo Stato francese è il timore che il passaggio delle proprietà industriali dei cantieri possa determinare il trasferimento delle competenze e quindi della forza lavoro verso altri cantieri, ad esempio in Corea. I cantieri navali di Saint-Nazaire impiegano ad oggi circa 2.600 persone.

L'EFFETTO

L’operazione risulta importante per Fincantieri perché andrebbe ad arricchire il proprio backlog con le commesse della francese. La società Stx France ha infatti un libro ordini pieno fino al 2026. Il deal sarebbe comunque accreativo di valore per l’intera industria cantieristica europea perchè vedrebbe realizzarsi un’azione di consolidamento del settore con l’obiettivo di accrescere la marginalità ed evitare l’ingresso di altri operatori. L’entità che vedrebbe la luce con il closing del deal diventerebbe il campione europeo della cantieristica, davanti al gruppo tedesco Meyer Werft, e il quinto al mondo dopo i coreani di Hyundai, Daewoo, Samsung e Hanjin.

Fincantieri ha reagito bene in Borsa alla diffusione della notizia. Dal punto di vista tecnico il titolo si è portato sopra la soglia psicologica dei 0,50 euro, aggiornando un massimo relativo da oltre 12 mesi (novembre 2015). Questo movimento ha corroborato la forte indicazione d’acquisto generata a dicembre con la rottura della resistenza statica a 0,45 euro. Nuovi strappi al rialzo in caso di newsflow positivo potrebbero ora portare il titolo in direzione dei 0,60-0,62 euro senza incontrare troppi ostacoli dal punto di vista puramente grafico. 

SCENARIO LONG

Strategie in acquisto sul titolo potrebbero avere ingressi a 0,50-0,52 euro, con stop loss a 0,46 euro. Primo target a 0,60 e target finale a 0,62 euro

SCENARIO SHORT

Strategie in vendita sul titolo potrebbero avere ingressi su ritorni a 0,40 euro, con stop loss sopra 0,45 euro. Target a 0,37 e 0,32 euro

Lascia un commento

Ultime dal blog